Ornella Muti e la figlia Naike Rivelli “Siamo spaventate dalla Meloni. Il suo Cristianesimo è inquietante”

0
234
Fonti ed evidenze: Adnkronos, Stampa

Continua la lista delle donne che si scagliano contro la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. A parecchie personalità del mondo dello spettacolo, l’idea che Meloni possa salire a Palazzo Chigi non piace.

Premesso che l’importante è essere un buon premier e governare bene il paese a prescindere dal sesso biologico, tuttavia l’idea di vedere finalmente una donna a Palazzo Chigi dovrebbe entusiasmare le altre donne. Nel caso di Giorgia Meloni – data da tutti i sondaggi come prossimo Presidente del Consiglio – le carte in tavola cambiano e il femminismo viene lasciato da parte.

Ornalla Muti Instagram

Le ultime a scagliarsi contro la leader di Fratelli d’Italia sono l’attrice Ornella Muti e la figlia Naike Rivelli.  La prima ha addirittura dichiarato di tremare di paura alla sola idea che Giorgia meloni possa diventare il futuro premier: “In questa campagna elettorale tutti promettono tutto ma poi alla fine quante di queste promesse verranno esaudite? La Meloni potrebbe diventare la prima premier donna? Aiuto che paura” – le parole dell’attrice  a cui fanno eco quelle della figlia: ”La Meloni mi inquieta per il suo modo di parlare così violento che serve solo ad aizzare la folla.  Anche questa cosa del cristianesimo mi spaventa. Tu non fai parte di un partito cristiano che c’entra la religione? Già abbiamo il Vaticano che me ne frega di sapere che la Meloni è cristiana? Proponesse qualcosa di più importante come ad esempio come facciamo a pagare le bollette a fine mese. La Meloni non mi rappresenta come donna in nessun modo. Sicuramente non voterò la Destra e mi spaventa molto il fatto che possa vincere, eravamo andati avanti e stiamo tornando indietro” – le parole di Naike Rivelli.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche la conduttrice televisiva Vanessa Incontrada. Incontrada da mesi porta avanti una campagna contro il body shaming facendo leva sullo spirito di accettazione e di solidarietà. Ma contro Giorgia Meloni nessuna pietà perché, a suo dire, Fratelli d’Italia porta avanti una politica retrograda e liberticida come quella degli anni ’20. In particolare secondo Vanessa Incontrada sono inaccettabili le idee di Giorgia Meloni su tematiche come l’aborto, l’inseminazione artificiale e le famiglie formate da persone dello stesso sesso: “Con un politico come lei torniamo indietro, è portavoce di un estremismo per me inconcepibile. Giorgia Meloni mi fa molta paura” – ha commentato la presentatrice. Queste tre donne si aggiungono ad una lunga lista di altri volti femminili che attaccano Meloni. Addirittura la scrittrice Michela Murgia è arrivata a sostenere che Giorgia Meloni non può nemmeno essere considerata una vera donna.