Trovati i resti di due bambini in una valigia: avevano 5 ed 8 anni, probabilmente

0
244

Un orrore che arriva in seguito alla vittoria di un’asta. La valigia che conteneva i resti di due bambini di 5 e 10 anni è stata vinta da una famiglia neozelandese che ha subito dato l’allarme alle autorità.

La sorpresa e l’orrore sono arrivati immediatamente quando due coniugi sono arrivati a casa per aprire la valigia che avevano acquistato. Il tutto si è compiuto dopo una serie di aste concernenti vecchi depositi e magazzini inutilizzati. Una famiglia ha acquistato uno di questo magazzini, all’interno del quale vi era una valigia di cui nulla si sapeva riguardo la provenienza.

Foto ANSA/Telenews

Non è cosa nuova che vengano messi all’asta magazzini inutilizzati da tempo. Esistono negozi di rigattieri che hanno fatto di queste aste e della rivendita delle loro vincite un fiorente business, talvolta con show televisivi dedicati. In questo caso la fortunata famiglia di Manuerwa, a sud di Auckland, in Nuova Zelanda è riuscita ad accaparrarsi il contenuto di questo magazzino ma, una volta tornati a casa, hanno aperto una valigia ed è subentrato l’orrore. All’interno della valigia c’erano i resti di due bambini.

Gli acquirenti, dopo un momento di comprensibile smarrimento hanno avvertito le autorità. Dalle analisi è stato scoperto che i due bambini ritrovati all’interno della valigia avevano 5 e 10 anni e, secondo le parole dell’ispettore della polizia di Auckland, Tofilau Faamanuia Vaaelua, sono probabilmente morti diversi anni prima del ritrovamento. L’ispettore non offre false speranze alla stampa: un caso come questo, al netto dell’orrore del ritrovamento, è molto difficile da risolvere.

Foto ANSA Firma: Josh Agnew

Il fatto che siano passati diversi anni dalla morte dei due bambini porta a pensare che non ci siano testimoni da poter interrogare sull’accaduto e anche i filmati delle telecamere di sicurezza del deposito di magazzini potrebbero essere andati persi nel tempo. La polizia non ha voluto rivelare quanto emerso dai colloqui avuti dai contatti che hanno presto con i proprietari del deposito magazzini dove la valigia è stata ritrovata. Le indagini andranno avanti, ma non sarà affatto facile ricostruire a ritroso tutta la storia di come quei due piccoli corpi siano finiti in quel luogo.