Caldo: la prossima settimana sarà da incubo, prepariamoci

0
21

Caldo, la prossima settimana sarà da incubo: prepariamoci a vivere giorni estivi con temperature altissime, ecco perché.

A livello meteorologico, sembra che questa estate 2022 sia prontissima a dare il meglio di sé; le temperature sono già molto alte, ma pare che nei prossimi giorni siano previsti degli aumenti.

caldo da incubo
Impennata incredibile per le temperature nei prossimi giorni (foto: Pixabay).

Come sempre, il consiglio è quello di idratarsi bene, bevendo molto e rinfrescandosi durante la giornata; da evitare, specie per bambini ed anziani, le uscite nelle ore più calde della giornata.

Caldo, la prossima settimana sarà da incubo: prepariamoci ad un aumento delle temperature

Stando a quanto riportato dalle previsioni de Il Meteo, da questa settimana assisteremo ad un innalzamento delle temperature che provocherà picchi di caldo mai visti fino al momento, toccando anche quota 41°.

Il responsabile di questo innalzamento delle temperature è l’anticiclone chiamato “Apocalisse 4800”; solamente infatti a circa 4800 m si potranno registrare temperature vicine allo zero, una quota appunto altissima.

Stando alle previsioni, le maggiori ondate di caldo avranno luogo  dopo le giornate di martedì e mercoledì 19 e 20 luglio, dunque a partire da mercoledì fino alla fine di tutta la settimana; per sopportare il caldo ci si dovrà recare in luoghi freschi, in piscina o al mare oppure utilizzare ventilatori e aria condizionata.

La zona più colpita da questo aumento di temperature sarà il Nord Italia, soprattutto in pianura, ma non saranno esenti da picchi di caldo anche regioni del Centro e del Sud come Toscana, Lazio, Puglia, Sicilia e Sardegna.

caldo da incubo
Caldo da record per questa fine di luglio a causa dell’arrivo dell’anticiclone “Apocalisse 4800” (foto: Pixabay).

Fino alla fine di luglio, almeno stando alle previsioni attuali, non ci saranno miglioramenti né cali di temperature; questo mese dovrebbe dunque proseguire con giornate soleggiate e senza piogge, fatto salvo qualche breve temporale previsto in Piemonte, Veneto, Trentino Alto Adige, Abruzzo, Campania e Molise.

Ci aspetta dunque un’ondata di caldo record, accentuata purtroppo anche dal riscaldamento globale, un problema sempre più impellente per tutta la popolazione; rinfrescarsi, con un caldo del genere, è davvero d’obbligo, così come fare molta attenzione alla propria salute.