Per il virologo Burioni chi è contro la quarta dose è “un’irresponsabile disinformatole”. E fa sarcasmo sull’aspetto di una ragazza

0
29
Fonti ed evidenze: Rai News, unisr

Il virologo Roberto Burioni viene accusato di body shaming, su twitter, nei confronti di una sostenitrice della Lega. Sui social nasce una bufera contro il virologo. 

La vicenda nasce da uno scambio con il deputato leghista Alex Bazzarro, su twitter, dove quest’ultimo ha sostenuto di non voler ricevere il secondo booster del vaccino in autunno.

Twitter

Sui social si è scatenata una bufera contro Burioni: il virologo è accusato di aver deriso un’utente di twitter che si era schierata dalla parte del deputato della Lega Alex Bazzarro. Lo stesso Bazzarro è stato definito da Burioni “un irresponsabile disinformatore” dopo che il parlamentare si era dichiarato contro la, ancora ipotetica, quarta dose di vaccino: “Correrò il rischio concreto di non farla”.

Burioni replica il tweet del parlamentare rispondendo: Non posso credere che un irresponsabile disinformatore orgoglioso della sua purissima ignoranza come lei sia nello stesso partito di persone per bene come Luca Zaia e Massimiliano Fedriga”. Un altro utente twitter, una ragazza di nome Alessia, avrebbe commentato alla replica di Burioni: sono orgogliosa che nella Lega ci siano persone come Alex Bazzaro”.

A quel punto Burioni ha risposto alla ragazza con un altro tweet: la scritta “capisco” sotto l’allegato di uno screenhot della foto della ragazza in questione. Subito è stato tacciato di body shaming nei confronti della ragazza ed è scattato il polverone. “Inaccettabile”, “denigratorio”, “vergognoso” e “rivoltante”, sono alcune delle accuse che gli sono state mosse.

Il Codacons presenterà oggi un nuovo esposto contro Roberto Burioni chiedendo all’Ordine dei Medici di Pesaro-Urbino la radiazione dall’albo per il virologo per il “grave episodio di body shaming” ai danni della ragazza.

Tra i primi a esprimere indignazione abbiamo l’ex presidente della Commissione Bilancio della Camera Claudio Borghi, che ha invitato i follower a segnalare “questo ominicchio che ha pensato bene di prendere in giro Alessia” e ha aggiunto: “Non è possibile che chi pubblicamente invita al dileggio di una ragazza fragile possa trovare spazio in una tv pubblica”.  I parlamentari della Lega in Commissione Vigilanza Rai hanno perciò reso noto che avanzeranno “un quesito al fine di chiarire quali provvedimenti la Rai intenda prendere nei confronti di Burioni e della sua presenza nelle trasmissioni del palinsesto del servizio pubblico“.

Matteo Salvini interviene nella discussione rispondendo a Burioni: Capisci cosa? Che sei un uomo piccolo piccolo?

Il virologo ha, poi, cancellato il tweet e si è scusato: “non era mia intenzione”.

twitter