Meteo shock: cambia tutto preparate le coperte

0
42

Dopo giorni di sole e caldo torrido, arrivano perturbazioni destinate a cambiare il meteo delle prossime settimane. Vediamo i dettagli.

Nelle scorse settimane, l’arrivo dell’anticiclone africano Caronte, aveva messo in ginocchio l’intero territorio nazionale. Le temperature avevano raggiunto i picchi di 40 gradi e l’emergenza siccità, soprattutto in prossimità della pianura Padana, diveniva progressivamente più importante. Il sole e il caldo torrido non avevano risparmiato neanche il Nord Italia, colpito anch’esso da un clima umido e particolarmente afoso.

Meteo (TPI)
Meteo (TPI)

Tuttavia, come avevamo già anticipato, il meteo è destinato a cambiare. Sembra che l’intera Penisola potrà tirare un respiro di sollievo, grazie all’arrivo dell’anticiclone delle Azzorre. Godiamoci questi attimi di vento e brezza fredda, in quanto dopo la metà del mese di luglio, tornerà a farci compagnia l’anticiclone africano – responsabile di un ulteriore aumento delle temperature. Nel frattempo, vediamo cosa ci aspetta nei prossimi giorni.

Meteo: abbassamento delle temperature e perturbazioni

L’arrivo dell’anticiclone delle Azzorre causerà un radicale abbassamento delle temperature in tutto il territorio nazionale. Il vento freddo toccherà il Nord Italia, per poi scendere progressivamente verso le regioni del Sud. Parliamo nello specifico di un abbassamento di circa 10/15 gradi, con minime di 26 e massime di 30 gradi. Tuttavia, i venti freddi porteranno inevitabilmente nubifragi, perturbazioni e piogge torrenziali.

Meteo (Il Meteo)
Meteo (Il Meteo)

A partire da oggi, 7 luglio 2022, le regioni bagnate dalla pioggia saranno principalmente le zone toccate dall’Adriatico (dalla Romagna fino ad arrivare alla Puglia), ma anche Toscana, Umbria, Lazio e Sicilia – specie la parte tirrenica. Il respiro di sollievo però durerà solo pochi giorni, in quanto – come abbiamo anticipato precedentemente – l’anticiclone africano tornerà ad invadere l’Italia nella seconda metà del mese. Questo ovviamente provocherà un ulteriore aumento delle temperature, le quali potranno raggiungere potenzialmente i gradi mostrati in queste prime settimane estive. Consigliamo pertanto di prestare attenzione agli orari di esposizione al sole, per evitare colpi di calore oppure malori dovuti al clima afoso.