“Non ti dimenticheremo mai”: genitori indagati per l’annegamento del figlio di 4 anni

0
161
Fonti ed evidenze: Palermo Today, FanPage

Brian Puccio, bambino di 4 anni, morto annegato nel mare di Termini Imerese. Il dolore del papà sui social: “non ti dimenticherò mai”.

Il padre del figlio non si dà pace: “Amore di papà, mi hai lasciato” piange sui social. L’uomo, insieme alla moglie, è stato inserito nel registro degli indagati: “Un atto dovuto”, ha spiegato la Procura della città siciliana.

Palermo Today

Lo scorso 2 giugno è morto annegato Brian Puccio, bambino di 4 anni, nel mare di Termini Imerese, provincia di Palermo. Oggi verrà effettuata l’autopsia sul corpo del bambino. Nel frattempo il padre piange la perdita sui social: “Non ho parole per dirti che, ora che mi hai lasciato per sempre, io non ti dimenticherò mai”. I genitori di Brian hanno ricevuto un avviso di garanzia: l’accusa è di omicidio colposo. Nel post condiviso dal papà di Brian si continua a leggere: “Adesso io non ce la faccio a stare senza di te. Non ce la faccio, io voglio venire con te, ma anche tuo fratello è rimasto senza di te. Addio amore mio buon viaggio, amore della mia vita”.

Genitori, fratellino e alcuni amici di Brian si trovavano sulla spiaggia di Termini Imerese, nel giorno della Festa della Repubblica, quando il bambino è stato improvvisamente visto a testa in giù nell’acqua. Poco prima, sulla base di testimonianze, era stato visto giocare insieme ai suoi amici e poco dopo non respirava più.

Una volta avvistato Brian a faccia in giù, è stato subito tirato fuori dall’acqua. Qualcuno in spiaggia ha cercato di rianimarlo ma il bambino non dava segno di riprendersi. Viste le condizioni, i genitori hanno preso il figlio e lo hanno portato al pronto soccorso dell’ospedale Cimino di Termini Imerese. Ma ormai era troppo tardi: dopo un’ora i medici dell’ospedale hanno dichiarato il decesso, non c’era più nulla da fare.Si può pensare a un attimo di distrazione dei genitori, ma lo scopo degli investigatori è di escludere che Brian possa aver avuto un malore mentre faceva il bagno. Nel frattempo, oggi verrà eseguita l’autopsia: evento al quale dovrà assistere anche un consulente della famiglia di Brian insieme all’avvocato. Questo è l’unico modo con cui si potrà fare chiarezza sulle cause della morte del bambino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui