Curcuma: non la prendere se assumi questi comuni farmaci

0
38

Una spezia molto preziosa che può interagire con alcuni tipi di medicinali, attenzione quindi se si assumono anche dei farmaci. Ecco di quale spezia si tratta.

La curcuma, così preziosa, può agire anche come rimedio per curare delle malattie. Se si assumono dei farmaci bisogna tenere presente che ci possono essere conflitti. Si consiglia di prestare quindi molta attenzione.

Curcuma
Curcuma
(pixabay.com)

La curcumina presente all’interno della curcuma ha dei poteri importanti come anti-infiammatori, anti-ossidanti, anti-cancerogeni e anti-trombotici. Ma andiamo nel dettaglio scoprendo quale interazione ci potrebbe essere tra l’assunzione di farmaci e la curcuma che consumiamo regolarmente.

Assumere curcuma e farmaci

Fondamentale è evitare delle complicazioni ed effetti collaterali che si possono verificare quando si assumono dei farmaci, infatti se combinata con alcune medicine potrebbe condizionarne l’effetto. Scopriamo i farmaci con cui la curcuma agisce 

La curcuma ha una grande proprietà anti-trombotica, nel ridurre i coaguli di sangue. Attenzione quindi se già si fa uso di farmaci per fluidificare il sangue dato che il rischio potrebbe essere la comparsa di persicolosi sanguinamenti interni. Questi farmaci infatti hanno all’interno l’Eparina che aiuta a fluidificare il sangue, ecco alcuni farmaci che la contengono:  Warfarin (Coumadin),  Clopidogrel (Plavix) e Cardioaspirina.

 

Un’altra proprietà della curcuma è quella di normalizzare l’acido dello stomaco ma attenzione se assunta in contemporanea a farmaci come Cimetidina (Tagamet), la Famotidina (Pepcid), la Ranitidina (Zantac) e l’Omeprazolo, in questo caso la curcuma aumenta la produzione di acido gastrico con notevoli reazioni.

Un’altra proprietà della curcuma è quella di abbassare i livelli di zucchero nel sangue ma se assunta insieme a dei farmaci che si usano per combattere il diabete accade un abbassamento ulteriore della glicemia, causando ipoglicemia. 

 

Attenzione ai soggetti allergici che assumono antistaminici, anche questi sono in conflitto con la curcuma. Infatti l’unione dei due potrebbe portare a delle reazioni allergiche con manifestazioni di orticaria o eruzioni cutanee, e anche shock anafilattico, avendo gravi difficoltà respiratorie.

Quindi quando assumiamo la curcuma, una spezia davvero miracolosa che ci fa bene e che ci preserva anche da malattie, dobbiamo sempre prestare molta attenzione ai farmaci che stiamo assumendo, per evitare sia spiacevoli effetti collaterali oppure delle reazioni dovute all’interazione della curcuma con il farmaco che possono essere pericolose per la nostra salute.

Come in tutte le cose si consiglia sempre di rivolgersi al medico per far sì che ci indichi se possiamo assumere la curcuma con i nostri farmaci di routine.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui