Milano, scende per aiutare una persona: donna di 41 anni viene travolta e uccisa

0
69
Fonti ed evidenze: Messaggero, Giorno

Una morte che molto probabilmente si sarebbe potuta evitare. La donna era scesa dalla sua auto per aiutare un motociclista. Non sapeva cosa la aspettava.

La vittima aveva 41 anni, si trovava sulla Tangenziale Est di Milano – nel tratto compreso tra Lambrate e Cascina Gobba – quando si è accorta che c’era un motociclista a terra. Da quanto emerso successivamente l’uomo – un ragazzo di 26 anni – era stato travolto da un altro veicolo. La 41enne non ha esitato a scendere dalla sua automobile per soccorrere il motociclista ma per lei è finita decisamente molto male.

Forse per la scarsa illuminazione, forse per i limiti di velocità non sempre rispettati, la donna è stata a sua volta travolta da un’altra vettura condotta da una donna. Quest’ultima non ha visto la 41enne, non è riuscita a frenare in tempo e l’ha presa in pieno. Immediati i soccorsi dei sanitari del 118 e la corsa all’ospedale Niguarda dove la donna è arrivata già in gravissime condizioni. Infatti dopo qualche ora il cuore della poverina ha ceduto e la donna è spirata nella notte. Morta nel tentativo di aiutare un altro. La vittima si chiamava Vania Giglio, viveva a Rho insieme al marito e per qualche anno aveva lavorato all’ospedale Humanitas di Rozzano, nella periferia sud del capoluogo lombardo.  Anche il motociclista e l’automobilista che lo ha investito – un uomo di 31 anni – sono stati ricoverati, rispettivamente, nei nosocomi San Gerardo e  San Raffaele.  Di recente, a Lecce, è accaduta una tragedia molto simile a questa. La vittima, in quel caso, un uomo di 37 anni di Napoli.  Il 37enne lavorava come operaio addetto alla manutenzione stradale: stava eseguendo dei lavori nel tratto autostradale Bologna-Taranto quando è stato travolto e ucciso da un tir. Nonostante i colleghi abbiano subito lanciato l’allarme e la prontezza dei soccorsi, per l’operaio non c’è stato nulla da fare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui