Napoli, nuotatrice professionista, senza nessuna patologia apparente, muore all’improvviso, aveva solo 27 anni

0
150
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, Today

Una morte che ha lasciato tutti sconcertati: la ragazza era sana, giovane, sportiva. Un infarto sopraggiunto all’improvviso l’ha portata via.

Un’altra giovanissima se ne va all’improvviso, senza nemmeno dare il tempo a genitori, familiari e amici di rendersene conto e trovare una ragione. Qualche giorno fa a perdere la vita la 20enne di Roma Alisia Mastrodonato, deceduta per l’imprudenza di un amico. Oggi, invece, Napoli piange Mariasofia Paparo.

Martedì 12 aprile, intorno alle ore 15, nella chiesa Sant’Antonio di Padova di San Giorgio a Cremano – piccolo comune in provincia di Napoli – si sono svolti i funerali di Mariasofia Paparo. La ragazza aveva solo 27 anni, ne avrebbe compiuti 28 tra meno di una settimana. Ma quella ventottesima candelina, purtroppo, Mariasofia non la spegnerà mai. Come non arriverà mai all’altare con il suo promesso sposo anche se tutto era già organizzato e avevano già fatto le promesse in municipio. Mariasofia, nonostante la giovanissima età, è stata stroncata da un infarto che non le ha lasciato scampo.

L’evento non è solo drammatico ma anche inspiegabile: Mariasofia non era solo giovane ma era anche sana e sportiva. Era una nuotatrice professionista, sottoposta, dunque, a regolari esami e controlli: non aveva patologie pregresse che potessero lasciare presagire quel che è successo. Una morte a cui davvero non si riesce a trovare una spiegazione se non quella di un destino davvero beffardo e crudele. La vittima era anche prossima alla Laurea in Scienze e Tecnologie: la discussione della tesi era già stata fissata per aprile: altro traguardo che la 27enne non potrà raggiungere. Tutti la ricordano come una giovane solare e piena di vita. Tra i tanti messaggi di cordoglio c’è proprio quello dell’Università Parthenope di Napoli: “E scomparsa prematuramente Mariasofia Paparo laureanda magistrale del Dipartimento di Scienze e Tecnologie  e nuotatrice professionista: l’Ateneo partecipa al dolore della famiglia e di tutti i suoi amici”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui