Dieta blu zone: ecco cosa significa e perchè aiuta nella longevità

0
67

Una dieta che si ispira a quelle popolazioni che raggiungono addirittura l’età dei 100 anni grazie a un regime alimentare sano

 

Dieta Blu Zone
Dieta Blu Zone
(Instagram @agnesa_gizella)

L’attività fisica e un’attenta e sana alimentazione sono gli alleati perfetti per avere una ottima qualità della vita e anche lunga. Nel mondo ci sono delle popolazioni che vivono molto più a lungo rispetta ad altre e questa longevità è sicuramente legata alla Dieta Blu Zone.

Si tratta di regimi alimentari seguiti nelle zone blu ossia cinque regioni nel mondo dove si vive fino a oltre 100 anni. Un esploratore del National Geographic ha ideato questo regime alimentare, essendo grande esperto sia di longevità che di sana alimentazione.

Studiando queste zone, le loro diete e il loro stile di vita, l’esploratore, il cui nome è Dan  Buettner, ha realizzato che vi sono delle similitudini. Le cinque regioni sono sparse nel mondo e per l’esattezza in Italia, nella regione della Sardegna, per l’esattezza la Ogliastra. In Grecia, la zona d’Ikaria. In California la regione di Loma Linda. Nel longevo Giappone la regione di Okinawa. Per finire la bellissima Costarica nella regione di Nicoya.

Quali sono gli alimenti, i benefici ma anche le controindicazioni

 

Le zone blu
Le zone blu
8Instagram @dani.dietnatural.torrino)

Il 95% di cibo che normalmente ingeriamo dovrebbe provenire da una pianta o prodotto vegetale per garantire la nostra longevità.

La Dieta blu zone è un’alimentazione prevalentemente vegetale, ricca di frutta, verdura, cereali, ma anche semi, fagioli, noci. Si predilige il consumo di grassi sani (ossia olio di oliva, semi e noci) evitando tutti grassi trasformati.

I legumi sono i benvenuti così come la verdura a foglia scura (cavoli, spinaci, bietole). La dieta si arricchisce anche di uova e pesce, limitando i latticini e anche il consumo di carne.

Si predilige il consumo di cereali integrali evitando alimenti industriali che subiscono una trasformazione e che possono essere dannosi per la nostra salute. Pochi zuccheri e poco alcool aiuta sicuramente ad allungare la vita.

Evitare le bevande gassate, prediligere il caffè solo a colazione, assumere  nel pomeriggio e bere molta acqua durante la giornata. I benefici di una alimentazione così attenta sono notevoli per la longevità. Una dieta sicuramente alleata del cuore e del cervello, migliorando la salute mentale.

Arricchire la nostra alimentazione con più sostanze nutritive e vitamine. Dedicare attenzione alla gestione del peso corporeo. Come dicono i giapponesi quando ci si sente pieni all’80% bisogna smettere di mangiare.

Di controindicazioni non ce ne sono molte, salvo per coloro che abituati a mangiare della carne devono invece prediligere un’alimentazione più vegetariana. Per coloro che non cucinano molto e solo soliti consumare i pasti fuori casa può risultare più difficile controllare gli ingredienti.

Qualche controindicazione riguarda chi magari ha difficoltà a digerire i legumi che nella dieta blu zone hanno un ruolo importante.

Il segreto per vivere a lungo è: mangiare la metà, camminare il doppio, ridere il triplo e amare senza misura.
(Anonimo)

 

Leggi anche >>> il cibo nemico del corpo 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui