Dieta: Come condire il cibo per dimagrire, la scoperta shock

0
89
Fonti ed evidenze: Green me

I condimenti si possono utilizzare, ma ne usufruiamo nel modo corretto? Ecco come dimagrire, senza rinunciare al gusto.

Dieta: come condire il cibo (Pixabay)
Dieta: come condire il cibo (Pixabay)

Ogni personal trainer che si rispetti è consapevole che – allenarsi all’aperto in inverno – sarà molto più efficace rispetto che a svolgere il medesimo work-out nelle stagioni più calde. Perché? Il motivo risiede della stimolazione del BAT (tessuto adiposo bruno), il quale non sarebbe altro che il grasso buono che genera calore. Quest’ultimo, per funzionare correttamente, ha bisogno di bruciare calorie per ristabilire la normale temperatura corporea. Vi starete chiedendo: cosa centra tutto questo con il cibo e i condimenti? Bene, alcuni studiosi hanno scoperto che un determinato condimento stimola il BAT, portando ad un consumo di calorie e, di conseguenza, ad un evidente dimagrimento.

LEGGI ANCHE —> Dieta: Le ore migliori per mangiare e dimagrire

Condimento e dimagrimento, lo studio recente

Sarebbero i flavanoli – sostanza presente nel cacao e nei semi d’uva – i responsabili della stimolazione del BAT e il conseguente consumo di calorie. Lo studio portato avanti dagli scienziati, prevedeva la somministrazione nella dieta del flavan-3-oli (flavanoli/FL), della famiglia delle catechine, presente in cacao, mela, semi d’uva e vino rosso. I risultati di tale esperimento hanno mostrato un’influenza diretta tra questi flavoli e lo stesso BAT.

Cacao e dimagrimento, funziona davvero ? (Pixabay)
Cacao e dimagrimento, funziona davvero ? (Pixabay)

LEGGI ANCHE —> Carnevale: Bomboloni con la friggitrice ad aria, ottimi e veloci

In particolare, una fase dell’esperimento era dedicata nello specifico al FL presente nel cacao: ad un gruppo è stata somministrata la medesima dose per 14 giorni consecutivi, mentre ad un altro gruppo è stata somministrata una sola dose. Dai risultati emersi, è venuto alla luce che l’FL potrebbe essere utilizzato per curare malattie legate allo stile di vita, contrastando anche l’obesità. L’obiettivo degli scienziati, sarebbe quello di inserire questi flavoli in determinati cibi, prescritti per individui che necessitano di dimagrire velocemente. Ovviamente stiamo parlando di tutto a livello teorico, gli studiosi necessitano di altri esperimenti per confermare gli effetti dei flavoli sull’organismo. Tuttavia, i risultati di questa recente ricerca, possono rappresentare un importante punto di partenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui