Natale: perché ci si bacia sotto il vischio? Svelato il motivo

0
196

Il Natale è una delle feste più romantiche in assoluto: sai perché ci si bacia sotto il vischio? In questo articolo ti sveliamo il motivo di questa tradizione

bacio.vischio_Leggilo.org_18.12.2021
(foto: Pxhere)

Le festività natalizie sono sempre più vicine e nell’aria inizia a sentirti l’atmosfera della festa più bella dell’anno. Le luci nelle strade colorano le passeggiate e le abitudini di ogni giorno, mentre i profumi dei dolci fatti in casa preannunciano teneri sapori.

Ma Natale è considerata da tutti una delle feste più romantiche in assoluto e, in questo periodo, c’è una tradizione molto particolare riguardo le effusioni con il proprio amore: sai perché ci si bacia sotto il vischio? Il motivo è davvero molto particolare, te lo sveliamo in questo articolo.

Ecco perché a Natale ci si bacia sotto il vischio

Non è per nulla raro assistere a scene di film o di spettacoli teatrali in cui, magari nella parte finale dell’opera, i due innamorati finalmente si concedono un tenero bacio all’ombra di una profumatissima pianta sempreverde: il vischio.

LEGGI ANCHE –> ROMPICAPO: CHI PASSA PER ULTIMO? ANCHE I PIÙ ESPERTI SBAGLIANO

Ma ti sei mai chiesto perché ci si bacia sotto il vischio e, secondo la tradizione, questo deve avvenire proprio a Natale? Le origini di questa bellissima consuetudine sono infatti sconosciute alla gran parte degli italiani ma nonostante tutto è entrata a far parte delle nostre abitudini.

bacio.vischio_Leggilo.org_18.12.2021
(foto: Pixabay)

La leggenda Norrena

Le origini di questa curiosa e romantica tradizioni hanno a che fare con la mitologia norrena. Tuttavia, si parla di una storia non proprio romantica e gioiosa. La pianta del vischio, infatti, rimanda alla figura di Baldur, il fratello minore di Thor. Sua madre Frigge ebbe in sogno la notizia della morte prematura del suo erede. Una premonizione sconvolgente.

Mossa dal dolore, Frigg ordinò tutti gli elementi del mondo a non fare alcun male a Baldur. Tutti, tranne il vischio che, secondo la leggenda, venne dimenticato dalla divinità in quanto troppo giovane.

bacio.vischio_Leggilo.org_18.12.2021
(foto: Pixabay)

Ad approfittare di questa “svista” fu il dio dell’inganno, Loki, che realizzò con il vischio dei dardi avvelenati e che consegnò al fratello cieco di Baldur, Hodur. Quest’ultimo scagliò per gioco il dardo su Baldur, uccidendolo. Addolorata, Frigg pianse lacrime che poi si trasformarono nelle bacche del vischio, che venne appeso su tutte le porte in segno di rispetto.

LEGGI ANCHE –> TEST: SCOPRI QUANTO SEI AFFINE CON IL TUO COMPAGNO

Sulla scia di questa storia, i Celti dichiararono il vischio simbolo di fertilità. Negli anni, la tradizione di baciarsi sotto il vischio si è legata a quella delle festività natalizie, diventando simbolo beneaugurante. Il primo a parlare dell’usanza del bacio sotto il vischio, fu lo scrittore Charles Dickens, in un Inghilterra ottocentesca che, per prima utilizzò il vischio come elemento decorativo durante le feste di Natale.