Non vaccinati, l’Austria dice come fare: Lockdown per loro. E se saranno sorpresi in strada 1450 euro di multa

0
170
Fonti ed evidenze: Today, Fanpage

Da oggi, lunedì 15 novembre, in Austria chi non è vaccinato dovrà stare in lockdown. Permesso uscire di casa solo per esigenze di comprovata necessità.

Getty Immages/Thomas Kronsteiner

In diversi Paesi si inizia a stringere la morsa attorno a chi rifiuta il vaccino anti Covid. Il Governo di Singapore ha stabilito, ad esempio, che i non vaccinati dovranno pagarsi le cure di tasca propria qualora finissero in ospedale a causa del Coronavirus. In Austria, invece, da oggi – lunedì 15 novembre – inizia il lockdown selettivo: riservato esclusivamente a chi rifiuta il vaccino per motivi arbitrari. Il tasso di vaccinazione tra la popolazione austriaca è tra i più bassi in Europa: circa il 65% ha ricevuto entrambe le dosi. E, così, dalla mezzanotte del 14 novembre scatterà per i no vaccinati il divieto di uscire di casa se non per esigenze di comprovata necessità come recarsi a lavoro, andare a fare visite mediche o usufruire di beni essenziali come fare la spesa.

L’Austria ha un tasso di vaccinazione vergognosamente basso, la situazione pandemica è grave e non stiamo facendo questo passo alla leggera ma purtroppo è necessario” – ha spiegato il cancelliere austriaco Alexander Schallenberg. Inizialmente il Governo d’oltralpe pensava di estendere l’obbligo di Green Pass come ha fatto l’Italia. Ma, vista la situazione degli ospedali, si è resa necessaria una misura più dura: “È nostro compito come governo dell’Austria proteggere le persone. Quindi abbiamo deciso che a partire da lunedì ci sarà un lockdown per i non vaccinati“- ha concluso il cancelliere. Secondo l’agenzia di stampa austriaca Apa, il lockdown riguarderà circa 2 milioni di persone in un Paese che conta 8,9 milioni di abitanti. Inizialmente durerà 10 giorni – ma potrebbe essere rinnovato qualora la popolazione si ostinasse a rifiutare il vaccino – e alla Polizia è stato chiesto di controllare le persone che vedono per le strade per accertarsi che siano vaccinate. I trasgressori saranno soggetti ad una multa di 1450 euro. Dal lockdown sono esclusi i vaccinati, le persone guarite dal Covid e i bambini sotto i 12 anni. Il Governo austriaco sta già pensando a nuove restrizioni come reintrodurre , per tutti, il coprifuoco alle ore 22 in modo da evitare il più possibile assembramenti. Ad, oggi, infatti il Paese conta 850 casi settimanali ogni 100mila abitanti.

Essere vaccinati con due dosi, tuttavia, non tutela dal rischio di contrarre il virus né di contagiare altre persone. Il vaccino è funzionale a ridurre la possibilità di infettarsi in forma grave e, dunque, di finire in terapia intensiva o morire. Recentemente la morte di un poliziotto di 59 anni – infettato dal Covid pur avendo già ricevuto entrambe le dosi – ha sollevato la questione che, anche dopo il vaccino, è comunque importante rispettare le misure di sicurezza. E sarebbe opportuno anche effettuare regolari controlli attraverso i tamponi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui