Caserta, la vaccinano al nono mese di gravidanza: partorisce una bimba morta

0
398
Fonti ed evidenze: Adnkronos, Mattino

Una giovane donna al nono mese di gravidanza ha partorito un feto morto. La gestante, solo due giorni prima, era stata vaccinata.

Getty Immages/John Moore

Da circolare del Ministero della Salute, il vaccino anti Covid è fortemente raccomandato in gravidanza – dal quarto mese in avanti – e durante l’allattamento. Alle gestanti – hanno specificato gli esperti dell’Istituto Superiore della Sanità e del Comitato Tecnico Scientifico – verranno inoculati solo i vaccini a mRNA, cioè Pfizer e Moderna. Si escludono effetti nocivi sia per le mamme sia per i feti. Non si ammettono consigli che vadano in una direzione diversa al punto che coloro che sconsigliano ad una donna incinta di farsi vaccinare possono anche essere licenziati in tronco, come accaduto recentemente ad una centralinista di un Cup in Emilia Romagna.

Non essendoci, dunque, controindicazioni dopo il primo trimestre, è andata a vaccinarsi con fiducia una giovane donna di San prisco – Caserta – al nono mese di gravidanza.  Alla gestante, lo scorso 11 ottobre, è stata somministrata la seconda dose del vaccino anti Covid di BioNTech/Pfizer. Il giorno dopo, durante una consueta visita di controllo dal ginecologo, la ragazza e il marito hanno fatto la scoperte che nessuna coppia mai vorrebbe fare: il cuore della loro bimba aveva cessato di battere. Essendo ormai al nono mese non era più possibile far abortire la donna che, quindi, ha dovuto subire un ulteriore trauma: dare alla luce una bambina morta. Dopo il cesareo ogni dubbio è stato scemato: la bambina era senza vita. Solo tra due mesi sarà nota la causa del decesso della piccola. Si ipotizza una trombosi sorta nel cordone ombelicale. A stabilire un eventuale nesso di causa effetto tra la vaccinazione e la morte del feto,  sarà l’autopsia disposta dalle autorità giudiziarie. La giovane coppia, infatti, ha deciso di denunciare quanto accaduto e ora l’itera vicenda è in mano alle Forze dell’Ordine. Nonostante la tragedia, i medici e gli esperti dell’ISS, raccomandano assolutamente la vaccinazione alle gestanti. La’Asl casertana ha addirittura promosso degli open day, con tanto di ecografie prima e dopo la somministrazione, dirette proprio a questa fascia di popolazione. Gli infettivologi, infatti, parlano di difesa dal Covid sia per la donna che per il  bimbo o la bimba in grembo a fronte di tanti casi positivi di gravide che danno alla luce neonati infetti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui