Una delle più amate protagoniste del programma Vite al Limite ha perso purtroppo la battaglia contro l’ obesità.

Gina Kransley on Facebook
Gina Kransley on Facebook

Tutti conosciamo il dottor Younan Nowzaradan e la trasmissione del quale è il medico protagonista, Vite al Limite, che racconta di una clinica che contrasta la malattia dell’ obesità.

Gli episodi raccontano i percorsi di infanzia e di cura dei pazienti che abbiamo imparato a conoscere e dei quali ci siamo affezionati: tra questi la giovane Gina Marie della quale, purtroppo, c’ è pervenuta la triste notizia della sua morte.

Gina aveva 30 anni. La sua lotta contro i disturbi alimentari è iniziata sin da piccola in seguito agli abusi fisici e verbali del padre, a causa dei quali cercava conforto ingozzandosi di cibo.

Tutto ciò l’ aveva portata in profonda depressione, anche a causa delle prese in giro e del bullismo da parte dei suoi coetanei.

Potrebbe interessarti anche->GF Vip, Dayane Mello accusata dal web di bodyshaming: ora rischia la squalifica

Il sogno della ragazza è sempre stato quello della danza che le aveva dato la forza di continuare a vivere: in questo periodo rimaneva in contatto con il mondo tramite i social e in particolare Tik Tok dove pubblicava video.

Nei video lei ballava e incitava le altre ragazze in sovrappeso a fare altrettanto, proprio perchè la danza a detta di Gina “non conosce limiti“. Avrebbe voluto aprire una scuola di ballo per bambini con esigenze speciali.

Vedi anche->Coronavirus 40.902 nuovi casi e 550 morti: ecco le patologie pregresse che lo rendono più letale

Tutti i pazienti di Vite al Limite che hanno perso la lotta contro l’ obesità.

Molti di noi si saranno chiesti perchè il Dottor Nowzaradan fosse sempre così burbero e inflessibile con i proprio pazienti che non riuscivano a rispettare il percorso terapeutico: oggi lo abbiamo capito.

Dott. Nowzaradan on Facebook
Dott. Nowzaradan on Facebook

L’ obesità è una malattia subdola da cui è difficile liberarsi e questo il dottore lo sapeva benissimo perchè la conseguenza del mancato rispetto delle direttive impartite da egli stesso significa quasi sempre morte del paziente.

Sono infatti già 8 i volti amati di Vite al Limite che non ce l’ anno fatta durante o dopo il programma a causa del sovrappeso:  prima di Gina Maria Krasley, 30 anni, erano deceduti anche Henry Foots (nel 2013 a 54 anni), Robert Buchel (nel 2017 a 41 anni), James ”L.B.” Bonner (suicida a 30 anni nel 2018), Lisa Fleming (nel 2018 a 50 anni), Sean Milliken (nel 2019 a 29 anni), Kelly Mason (nel 2019 a 42 anni), Coliesa McMillian (nel 2020 a 41 anni).

Vedi anche->Vite al Limite, Cristina perde 250 kg e diventa modella: oggi è uno schianto FOTO

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui