Fedez di nuovo contro il Vaticano, questa volta scontro a suon di tweet

0
318
Fonti ed evidenze: Leggo

Ancora una volta Fedez si schiera dalla parte dei diritti civili e risponde a tono alla Chiesa. Questa volta però, l’argomento in questione non è il Ddl Zan.

Fedez contro la chiesa
(Pagina Instagram di Fedez)

Fedez, cantante e marito dell’imprenditrice Chiara Ferragni, è sempre stato molto attivo sulla battaglia dei diritti civili. Quest’anno il rapper si è dato da fare su più fronti, affrontando tematiche diverse e arrivando sempre in aiuto dei bisognosi. Ricordiamo che sia Fedez che la moglie Chiara Ferragni, hanno contribuito ad aiutare il paese davanti alla pandemia di Covid-19 arrivata l’anno scorso, donando e creando una raccolta fondi che ha raccolto una somma di quasi 4.5 milioni di euro. 

Quest’anno il cantante ha lottato per diverse questioni, una fra tutte è il disegno di legge Ddl Zan, che prende il nome del deputato del Partito Democratico, Alessandro Zan. Questa proposta di legge ha visto diversi ostacoli e ora che è arrivata in Senato, in molti hanno cercato di arrestare la sua approvazione. Fedez si è messo in prima linea per battersi per la causa condividendo numerose informazioni a riguardo, tramite il suo profilo Instagram ufficiale. Attraverso ig stories, dirette e post, il cantante e influencer ha cercato di sensibilizzare i suoi followers su questa delicata vicenda. 

Il caso Ddl Zan

Tra gli oppositori del disegno di legge Ddl Zan, è spuntato fuori non molto tempo fa, il Vaticano. Lo scorso 17 giugno infatti, la Segreteria della città-stato ha chiesto al governo italiano, tramite l’invio di una nota verbale, di modificare la proposta di legge, questo perché per il Vaticano alcuni punti del disegno di legge “inciderebbero negativamente sulle libertà assicurate alla Chiesa e ai suoi fedeli.” Moltissime sono state le reazioni negative a questo attacco da parte della Chiesa, e molti influencer e personaggi pubblici hanno detto la loro a riguardo. Fra tutti spicca la figura di Fedez, che in merito ha detto attraverso le sue storie Instagram: “i 5 miliardi di tasse che dovete allo Stato dove sono? E comunque, siamo uno Stato laico, se no perché i preti pedofili non li processa la giustizia italiana?

Nuovo scontro tra Fedez e la Chiesa

Ora, dopo poco più di un mese, Fedez si ritrova a scontrarsi nuovamente con la Chiesa. Dopo che il cantante ha sensibilizzato il suo pubblico al Ddl Zan, ai diritti civili contro la censura della Rai, negli ultimi giorni all’eutanasia – sia Fedez che la moglie Chiara Ferragni hanno deciso di sostenere il Referendum per l’Eutanasia Legale – ora è il momento di una nuova tematica, non meno importante: l’aborto.

Attraverso la piattaforma social Twitter, il cantante ha risposto a tono e senza mezzi termini al tweet di un prete – don Mirco Bianchi – che sulla stessa piattaforma si era espresso in questi termini: “appello agli influencers: aiutiamo ad aiutare a far nascere e non a fare abortire” aggiungendo il tag del rapper, che ovviamente non ha tardato nel rispondere: “appello a tutti i preti: non rompete le palle alle donne che scelgono di abortire. Grazie” con tanto di cuoricino scintillante. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Alberto Genovese torna a casa: per Fabrizio Corona la giustizia italiana è da buttare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui