Libero De Rienzo: le toccanti parole della cugina e l’ultimo saluto a Paternopoli

0
274
Fonti ed evidenze: Ansa, tgcom24, fanpage

Ieri sono stati svolti i riti funebri di Libero De Rienzo. L’attore riposerà al cimitero di Paternopoli accanto alla madre Pupa Rondinella, che la cugina di De Rienzo ricorda bene, molto più dell’attore che alla sua morte aveva solo due anni. 

Funerali Libero De Rienzo
(Ansa)

Ieri ci sono stati i funerali dell’attore 44enne Libero De Rienzo, trovato morto lo scorso 15 luglio per infarto nel suo appartamento in via Madonna del Riposo dell’Aurelio, a Roma. Il rito si è svolto a Paternopoli, in provincia di Avellino, in forma pubblica e non privata, così come aveva annunciato l’avvocato Piergiorgio Assumma.

Presenti il padre di Libero Fiore De Rienzo, la compagna Marcella Mosca e l’attore Stefano Fresi che hanno accompagnato il feretro su cui sono stati deposti tanti girasoli, e attorno a loro numerose persone. Quasi cento, per l’esattezza, la maggior parte di Paternopoli, hanno voluto salutare per l’ultima volta Libero, nel rispetto delle norme anti Covid, come aveva richiesto il sindaco Salvatore Cogliano. Oltre alle persone care di De Rienzo, erano presenti numerosi giornalisti, ai quali però i familiari di Libero non hanno rilasciato alcuna dichiarazione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Libero De Rienzo, la storia dell’infarto tramonta: eroina mentre era solo a Roma

La mamma Pupa Rondinella e la sua scomparsa che ha tanto segnato Libero De Rienzo 

Funerali Libero De Rienzo
(Ansa)

Libero, nel cimitero di Paternopoli, ad Avellino, riposerà accanto al nonno paterno e alla madre, Pupa Rondinella. La donna era una bellissima modella, scomparsa precocemente quando il figlio Libero aveva solamente due anni. Purtroppo dal momento che una malattia l’ha portata via troppo presto, Libero, troppo piccolo, non è riuscito a conoscerla bene e il ricordo dei momenti passati assieme era praticamente assente, ma nonostante ciò, la morte precoce della madre ha segnato molto l’attore. Ce lo spiega sua cugina, la giornalista Mariagiovanna Capone.

Sul settimanale Oggi, Mariagiovanna Capone pubblica un pensiero in onore del cugino defunto. Tra le altre cose, la giornalista scrive “ogni volta che vedevo un film con Picchio, coglievo un velo di malinconia che, ne sono certa, nasceva da quella madre che non ha conosciuto.” I due cugini si erano persi di vista e si sono ritrovati solo dopo alcuni anni, quando Mariagiovanna era già giornalista e doveva intervistarlo per aver vinto la statuetta del David di Donatello per il film Santa Maradona. Lui non l’ha riconosciuta e lei ha confessato di essere sua cugina solo dopo. Dopo la notizia appresa lui le ha chiesto di sua madre, se lei avesse per caso qualche ricordo “gliene raccontai alcuni, come quello del corteggiamento di Alain Delon a un evento. Lui rise di cuore.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Risultati incompleti per l’autopsia sul corpo di Libero De Rienzo: si aspettano i test tossicologici

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui