Federico, se ne va a 29 anni: la dinamica dell’incidente fa sembrare la sua morte uno scherzo del destino

0
375
Fonti ed evidenze: RomaToday, Fanpage

Federico Gentili ha perso la vita a 29 anni in un incidente stradale avvenuto a Viterbo, verso le 13 di ieri. 

Grave incidente stradale a Viterbo, nel pomeriggio di ieri, giovedì 27 maggio. Nello scontro, avvenuto poco dopo le 13 nei pressi delle Terme dei Papi, ha perso la vita Federico Gentili, di ventinove anni. Secondo le primissime ricostruzioni, il ventinovenne stava viaggiando alla guida della propria auto, un’Alfa Mito, quando per ragioni che rimangono ancora da chiarire si sarebbe scontrato con un trattore agricolo che procedeva a bassa velocità trainando un rimorchio.

Sarebbe proprio il carico che il trattore stava trasportando, ribaltandosi sull’auto di Federico al momento dell’impatto, a uccidere il ventinovenne. Immediatamente è scattata la segnalazione al Numero Unico per le Emergenze 112, al quale è stato richiesto l’invio di un’ambulanza e del personale sanitario. L’arrivo dei paramedici, però, si è rivelato vano: tutti i tentativi di rianimare il giovane sono caduti nel vuoto, tanto che il personale sanitario accorso sul posto non ha potuto far altro che constatare il decesso di Federico.

Lo scontro ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco di Civitavecchia e di Viterbo, che hanno utilizzato un autogrù AG17 per estrarre Federico dall’abitacolo dell’auto, all’interno del quale era rimasto incastrato. Sul posto presenti anche le Forze dell’Ordine, impegnate nella raccolta dei rilievi scientifici e degli accertamenti necessari a ricostruire la dinamica dell’incidente e ad accertare eventuali responsabilità.

Federico Gentili viveva nel Comune di Oriolo Romano, in provincia di Viterbo. Il sindaco Emanuele Rallo ha deciso di proclamare per la giornata di oggi il lutto cittadino e un minuto di silenzio. Federico era molto conosciuto in Paese soprattutto per la sua grande passione per lo sport: era infatti un calciatore e militava nel Tolfa. In passato, aveva vestito le maglie del Canale Monterano, del Fidene, della Fortitudo Nepi e del Cerveteri: gli appassionati di calcio locale, lo conoscevano bene.

E proprio tra gli appassionati sportivi, oltre che tra amici e familiari di Federico, la notizia è arrivata improvvisamente, causando sconforto e grande dolore. A testimoniarlo, la grande quantità di messaggi pubblicati per salutare il ventinovenne: “Riposa in pace giovane splendido e solare“, scrive Danilo, mentre Mario lo saluta: “Ciao ragazzo d’oro“. Secondo Giorgio, Federico era “l’idolo di noi più piccoli, quello che volevi diventare da grande quando lo vedevi giocare per la squadra del tuo paese. Unico. Ciao Fede“.

E’ soltanto di pochi giorni fa la notizia di un altro, drammatico incidente che è costato la vita ad un giovane: Nicolò aveva appena 26 anni e aveva perso il controllo della sua moto durante un’escursione in provincia di Brescia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui