Marco Eletti, sicuro e sorridente all’Eredità: è accusato di aver ucciso il padre a martellate

0
4883

Ex concorrente de “L’Eredità”, Marco Eletti è oggi accusato della morte del padre e dell’aggressione alla madre: il giovane scrittore di thriller aveva studiato una messinscena ma ora si trova in carcere.

Marco Eletti eredità

Un ex concorrente de “L’Eredità” è sotto accusa per aver ucciso a martellate il padre e ridotto in fin di vita la madre: si tratta di Marco Eletti, brillante giovane, scrittore di thriller e autore anche del piano messo in scena (nella vita reale) per sfuggire alle indagini. All’Eredità venne subito eliminato senza vincere nulla e sembra sia proprio per una questione di soldi che abbia aggredito i genitori. Ecco tutti i dettagli.

Marco Eletti all’Eredità

Faccino pulito, sorriso smagliante e sguardo sveglio: così era apparso Marco Eletti il 15 gennaio 2019, giorno in cui era andata in onda su Rai 1 la puntata de “L’Eredità” alla quale aveva partecipato nella speranza di vincere il montepremi. Durante il quiz televisivo Marco è invece stato eliminato, tornando a casa con le tasche vuote nonostante la sua determinazione nel vincere e l’ampia cultura dimostrata. “Sono sempre abbastanza severo con me stesso, e questo episodio non fa eccezione. Era più che un gioco, era una sfida bellissima che però avrebbe appagato per intero solo arrivando in finale“, aveva commentato sul suo blog.

Marco Eletti, scrittore per passione e per lavoro

Affabile, intelligente e ben educato, nonostante la giovane età il 32enne ha alle spalle diverse pubblicazioni, che spesso promuoveva su siti e blog creati ad hoc.
Il “Writer per Lavoro&Passione”, come lui stesso si auto definisce sul profilo Facebook, ha pubblicato infatti 5 libri di narrativa e due raccolte di poesie. Determinato ed ostinato nel raggiungere il proprio obiettivo, nei suoi diari virtuali Marco ha raccontato della sua passione per la fantascienza (libri e film), il mondo dell’aeronautica e dell’astronautica, la politica e i viaggi.

Marco eletti eredità
Marco Eletti con la madre Sabrina Guidetti e il padre Paolo

Mai ci si sarebbe aspettati di ritrovare quel giovane così ambizioso e promettente sulle pagine di tutti i giornali per aver compiuto un crimine così efferato. La situazione si è quindi ribaltata: lo scrittore di thriller si è trovato di colpo ad essere il protagonista dei suoi romanzi e a dover escogitare un modo per occultare le prove. Ma sono state proprio quelle ad incastrarlo. All’arrivo dei soccorritori infatti, ancora bruciacchianti nel cestino del garage, sono stati visti i resti dei guanti in lattice che Marco avrebbe usato per compiere l’omicidio dei genitori nel tentativo di non lasciare traccia e far passare il crimine per una lite domestica finita in un tragico omicidio-suicidio.

Leggi anche -> Selvaggia Lucarelli, i condomini si lamentano per il barbecue sul terrazzo. Ma a difenderla c’è il fidanzato chef

Leggi anche -> Ciro Grillo, i legali della difesa sono pronti a diffondere il video di quella notte

Le accuse del pubblico ministero Piera Giannusa sono pesanti: sarebbe stato proprio Marco a uccidere con cinque colpi di martello alla testa il padre Paolo, operaio di 58 anni in pensione. L’intervento tempestivo dei soccorsi ha permesso invece di trovare la madre Sabrina Guidetti, 54, ancora in vita, anche se incosciente. La donna aveva le vene dei polsi tagliate, nel tentativo di inscenare un suicidio: ai fini delle indagini sarà essenziale la sua testimonianza, che verrà richiesta non appena la 54enne si sveglierà.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui