Covid, 354 morti, 15.267 nuovi casi. Lotti di vaccino ritirati, ottantenni terrorizzati da messaggi ricevuti tramite sms

0
178
Fonti ed evidenze: Ministero della Salute, Repubblica, Giorno

E’ caos vaccini. Dopo i decessi registrati a seguito della somministrazione del vaccino AstraZeneca, ora molti anziani stanno ricevendo sms fasulli. 

astrazeneca
Getty Immages/Justin Sullivan

Il Ministero della Salute informa che i casi totali – attualmente positivi, morti e guariti – sono saliti di 15.267 unità e portano il totale a 3.238.394. Nelle ultime ventiquattro ore 354 morti che fanno salire le vittime a 102.499 e 15.807 guariti e raggiungono quota 2.605.538. Totale soggetti vaccinati: 2.003.391.

I casi attualmente positivi sono 530.357. I ricoverati sono 25.338, + 820 mentre nelle terapie intensive 3157 assistiti, + 75 da ieri.

Vaccino anti Covid: finti sms agli anziani

E’ ancora caos sul fronte dei vaccini anti Covid. O meglio: del vaccino anti Covid prodotto dall’azienda farmaceutica anglo svedese AstraZeneca. A seguito del decesso di più persone, tra cui il militare siciliano Stefano Paternò di soli 43 anni, è stato ritirato un lotto di dosi vaccinali e sono state avviate indagini da diverse procure. A partire da quel momento la tensione è salita. E ad accrescere la paura degli anziani – informa la polizia postale – un falso comunicato Aifa che in questi giorni circola in rete. Nel comunicato si sostiene che sono diversi i lotti di AstraZeneca ritirati. Nello specifico, nelle ultime ore, sono circolate notizie circa il blocco di due lotti nelle Marche e in Piemonte a seguito della morte di un docente.

La Polizia postale – che sta indagando sul caso – raccomanda di non condividere notizie ricevute attraverso la messaggistica istantanea di cui non si abbia certezza della provenienza. L’azione più opportuna è segnalarle immediatamente al commissariato di ps online.  Nel frattempo l’Agenzia Italiana del Farmaco – Aifa – si è già premurata di smentire la notizia falsa che gira in rete. L’Aifa ha assicurato che è stato ritirato un unico lotto del vaccino AstraZeneca:  il numero ABV2856. Diversi esperti nel nostro Paese – tra cui gli infettivologi Massimo Galli e Matteo Bassetti e il virologo Fabrizio Pregliasco – si sono scherati nettamente a favore del farmaco attualmente al centro di polemiche. Secondo gli scienziati tra la somministrazione di AstraZeneca e i decessi registrati la connessione non è causale. Pertanto – a dir loro – non bisogna assolutamente sospendere l’inoculazione del medicinale di Oxford. Tuttavia anche Italia, Francia e Germania – dopo Danimarca, Islanda e Norvegia – hanno deciso di sospendere la somministrazione di AstraZeneca in via precauzionale.

Inoltre, sempre in questi giorni, molti anziani sono stati inondati da sms fasulli dove viene pubblicizzato un servizio di prenotazione del vaccino contro il Covid-19. Si tratta di sms nei quali si richiede di cliccare su un link specifico o, in alternativa, di contattare il numero 1240. Anche in questo caso si tratta di messaggi fraudolenti volti ad addescare persone molto anziane e poco abituate ad utilizzare il cellulare e internet pericolose. Per questa ragione è sempre bene segnalarli. E per prenotare la vaccinazione è meglio ricorrere al proprio medico di base o consultare il sito della propria Regione. Infatti ogni Regione ha messo a disposizione vari canali per le prenotazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui