Roma, c’è anche il rapinatore con lametta e Reddito di Cittadinanza: “Ti taglio il viso”

0
52
Fonti ed evidenze: RomaToday, Messaggero

Armato di un taglierino, un rapinatore – che percepiva il reddito di cittadinanza – ha messo a segno una serie di colpi minacciando le dipendenti di diversi negozi a Roma.  

Roma, i colpi del rapinatore col reddito di cittadinanza
Emanuele Cremaschi/Getty Images/Archivio

Il suo terreno di caccia era compreso nell’area dell’Appia all’altezza di Colli Albani, la sua arma un taglierino, con il quale minacciava le dipendenti di turno dei negozi che decideva di rapinare: “Ti taglio il viso“, ripeteva a chi si trovava dietro al banco al momento del suo ingresso. Sempre la stessa arma, sempre la stessa modalità di azione, sempre donne come obiettivo delle minacce.

A metterlo nei guai, dopo una serie di colpi riusciti, sono state le immagini di videosorveglianza provenienti da alcune delle attività derubate dall’uomo, che gli Agenti del Commissariato Appio, diretto da Pamela De Giorgio, hanno visionato. A partire da quei filmati, i poliziotti hanno cominciato a definire le caratteristiche – fisiche prima di tutto – del malvivente. Fino ad arrivare a formulare una serie di ipotesi, secondo le quali l’uomo poteva essere una loro vecchia conoscenza: un romano di cinquantacinque anni sottoposto ad obbligo di firma proprio presso l’ufficio del Commissariato di zona.

Alla fine, l’ultimo tentativo di rapina è quello che è risultato fatale per il malvivente. Gli Agenti, impegnati in un pattugliamento del territorio hanno ricevuto via radio una nota circa una rapina commessa in via Sermoneta a danno di una farmacia: insospettiti dalla corrispondenza del modus operandi con gli altri casi osservati nelle ultime settimane hanno immediatamente pensato che il colpevole potesse essere il “loro” uomo ed hanno avviato le ricerche che, nel giro di poco, li hanno messi in condizione di rintracciare il sospettato.

Raggiunto dai Poliziotti nei pressi della sua abitazione, l’uomo indossava ancora gli abiti che aveva utilizzato durante la rapina in farmacia e, dopo una perquisizione, è stato ritrovato in possesso di 125 euro, esattamente la cifra che era stata sottratta dalle casse del’attività derubata. A poche decine di metri, in una via adiacente, gli Agenti hanno poi ritrovato lo scooter – anch’esso rubato – che l’uomo aveva usato per portare a termine la rapina: nel bauletto, a sgomberare il campo da qualsiasi possibile dubbio, è stato rinvenuto il taglierino giallo e nero con cui l’uomo aveva effettuato tutti i propri colpi.

Le perquisizioni all’interno dell’abitazione dell’uomo hanno poi condotto al ritrovamento di altri indumenti indossati in occasione di altre rapine, mentre la proprietaria dello scooter è stata immediatamente informata del ritrovamento. L’uomo, invece, è stato arrestato per rapina, ricettazione e possesso abusivo di oggetti atti ad offendere. Dalle verifiche effettuate sul suo conto è inoltre emerso che il rapinatore percepiva il reddito di cittadinanza. D’altra parte si sono rivelati numerosi i casi in cui la misura di sostegno economico varata dal primo Governo Conte è finita nelle mani sbagliate: eclatante il caso dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi, attualmente in carcere per il brutale omicidio di Willy Monteiro Duarte.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui