Casalino parla bene di Draghi, ma in privato invita a non dargli la fiducia dicono i bene informati

0
358
Fonti ed evidenze: Foglio, Huffington Post, Dagospia

Ufficialmente il portavoce dell’ex premier, l’ingegner Rocco Casalino, non rimpiangerebbe il ruolo che lascia. Ma voci di corridoio dicono tutt’altro. L’ex gieffino sarebbe pronto a tutto per riportare Giuseppe Conte a Palazzo Chigi.

casalino draghi
GettyImages/Tiziana Fabi

 

Martedì 2 febbraio è arrivata quella doccia fredda che, fino all’ultimo, molti speravano di aver scampato. L’inquilino del Quirinale, il Presidente Sergio Mattarella, ha chiuso le porta ad un Conte ter per dare il benvenuto a Mario Draghi. All’ ex presidente della Banca centrale europea l’arduo compito, ora, di raccogliere voti per dare vita ad un Governo tecnico, come fu quello del professor Mario Monti nel lontano 2013. A poche ore dallo “sfratto” da Palazzo Chigi il portavoce di Giuseppe Conte, l’ingegnere Rocco Casalino – raggiunto telefonicamente dal quotidiano Il Foglio – si è dichiarato tranquillo e – addirittura – sollevato. Queste le parole dell’ex concorrente del Grande Fratello: “Sono sollevato. Mi riapproprio della mia vita. L’unica che soffre è mia madre, le faceva piacere poter dire che suo figlio era il portavoce del capo del Governo. Qui a Palazzo Chigi nessuno è triste, ve lo giuro, sono stati due anni difficilissimi”. Insomma sembrerebbe che per Rocco sia una specie di liberazione uscire dalla stanza dei bottoni. Eppure proprio lui si è speso fino all’ultimo alla ricerca di “costruttori” e “responsabili” che supportassero Giuseppe Conte nelle settimane precedenti le dimissioni dell’avvocato leccese. E che dire di Draghi, figura che già sta dividendo i Cinque Stelle dai Dem? Casalino non si sbilancia e si limita a commentare: “Draghi ha  rapporti internazionali. Meglio lui di un altro. Ma in questi anni mi sono reso conto di quanto sia importante la continuità del Governo”. 

Tuttavia Casalino si è già premurato di negare  di aver rilasciato qualsivoglia intervista al Foglio. Voci di corridoio – riporta Dagospia – parlerebbero, però, di un mood molto diverso da quello sorridente, tranquillo e sollevato da parte del portavoce di Conte. Stando a quanto scrive il giornale di Roberto Dagostino, Casalino in queste ore starebbe contattando tutti i vertici del Movimento Cinque Stelle assicurando loro che Conte li ricandiderà tutti a patto del loro voto contro Mario Draghi: “Votate contro Draghi, andiamo al voto e Conte vi ricandida tutti”– il messaggio di Casalino. La situazione si complica. L’avvocato del popolo forse dava già per scontata il sostegno incondizionato dei grillini. Ma se il reggente del Movimento Vito Crimi – congiuntamente al co-fondatore Beppe Grillo – hanno già giurato eterna fedeltà a Conte, diversa la linea di Luigi Di Maio che, per non perdere l’alleanza con il PD di Nicola Zingaretti, potrebbe abbozzare un timido “sì” sul nome di Draghi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui