Bolzano, denuncia la scomparsa dei genitori. Ma potrebbe essere lui il colpevole

0
488
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, Today

Le liti in casa e altri indizi: a Bolzano il caso della coppia scomparsa nel nulla prende una svolta sinistra ed i sospetti si concentrano sul figlio.

Bolzano coppia 19_1_21 Leggilo.orgA Bolzano, l’ennesima sparizione avvenuta in Italia che riguarda in questo caso di una coppia del luogo – i coniugi Peter Neumair e Laura Perselli – è forse arrivato ad una svolta, almeno secondo quanto affermano gli investigatori che lo stanno seguendo. Tutto è iniziato due settimane fa quando il 30enne Benno Neumair, figlio della coppia che di professione fa l’istruttore di fitness, si è presentato al comando dei Carabinieri con un parente, sporgendo denuncia per la scomparsa dei genitori: interrogato dai militari, l’uomo non ha saputo fornire ulteriori dettagli sulla sparizione nonostante passasse molto tempo nella casa dei genitori, limitandosi a ripetere che i suoi parenti più prossimi sarebbero scomparsi nel nulla, risultando irreperibili ad ogni tentativo di contattarli. Proprio su Benno adesso si stanno concentrando i sospetti degli investigatori che non hanno trovato attendibile la sua versione. Non solo: secondo i Pm che seguono il caso, il ragazzo – iscritto nel registro degli indagati – avrebbe avuto più di un movente per portare a termine un omicidio.

Il giovane era appena tornato a vivere con i genitori e le cose non andavano bene. Benno aveva chiesto aiuto ai genitori perchè dipendente dagli anabolizzanti, e loro lo avevano fatto tornare a casa. Il ragazzo aveva iniziato a disintossicarsi ma i testimoni parlano di più di un violento litigio tra i due ed il figlio. Secondo gli investigatori, il movente potrebbe essere stato  un raptus di ira, una ragione che già in altri casi ha portato ad omicidi molto efferati. Ma adesso, a far luce sul caso saranno le indagini.

Nella scuola Von Aufschneiter dove Benno lavora, alcuni colleghi e genitori sono convinti che il ragazzo possa aver compiuto l’omicidio ed hanno presentato una lettera alla direzione, chiedendo la sua rimozione dal posto di lavoro. Sul posto di lavoro Benno aveva avuto dei duri contrasti con una collega, minacciandola di morte davanti a diversi testimoni. Elementi che hanno spinto i Carabinieri a stringere la rete sul giovane, intensificando le indagini: il Ris procederà nelle prossime ore con un’altra perquisizione nella casa da cui Peter e Laura sono misteriosamente spariti da settimane e contemporaneamente nell’area tra Laives e Vadena dove sospettano che siano stati nascosti i corpi dei genitori di Benno. Secondo l’ipotesi investigativa i corpi dei coniugi sarebbero stati buttati dal figlio nell’Adige.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui