Maradona, Papa Francesco: “Era un poeta in campo, ma un uomo molto fragile”

0
110

Maradona, parla di lui Papa Francesco: in un intervista alla Gazzetta dello Sport in Pontefice ha ricordato il campione argentino scomparso

Maradona

Il campione argentino è scomparso da poco più di un mese, ma tante sono state le testimonianze di personaggi dello sport e non che lo hanno ricordato. Messaggi ed interviste dai compagni di squadra, ma anche da semplici tifosi – soprattutto dalla sua Argentina o da Napoli – o personaggi della politica o giornalisti. Insomma, migliaia di persone in un modo o in un altro hanno omaggiato il Pibe de Oro che a 60 anni è stato stroncato da un arresto cardio respiratorio nella sua villa di Tigre. Una vita sregolata fuori dal campo, ma una leggenda nel rettangolo di gioco, che ha fatto appassionare intere generazioni ad uno sport che regala sempre emozioni. Anche Papa Francesco, argentino come Diego, ha avuto delle belle parole per il fuoriclasse che è andato via troppo presto.

Maradona anche a distanza di un mese dalla sua scomparsa fa ancora parlare di sé. Anche Papa Francesco, in un intervista alla Gazzetta dello Sport ha voluto ricordare il campione argentino, usando delle bellissime parole per lui in campo. “Un poeta del calcio” lo ha definito il Pontefice. Il sommo padre ha ricordato l’incontro avuto con Diego in occasione della partita della Pace nel 2014. In quell’occasione il Papa ha raccontato il piacere di quell’incontro con uno dei personaggi che ha sempre mostrato grandissima solidarietà, anche con l’impegno per la Scholas Occurrentes, Fondazione che si occupa dei bambini bisognosi in tutto il mondo. La frase più bella del Santo Padre è stata quella che ha raccontato la doppia personalità di Diego. “Un poeta in campo, un grande campione che ha regalato emozioni a milioni di persone a Napoli ed in Argentina”. Poi la seconda parte della vita di Diego: “Era un uomo molto fragile al di fuori del calcio e nella vita privata”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui