Paolo Rossi, il premier Conte: “Simbolo dell’Italia”. Salvini: “Buon viaggio campione”

0
110

Paolo Rossi è stato un simbolo dell’Italia in un periodo storico importante per il nostro paese. Il ricordo della politica e degli sportivi

Paolo Rossi

Il 1982 è stato un anno che gli italiani ricordano per un motivo ben preciso: la vittoria della Nazionale ai Mondiali di calcio in Spagna. Una galoppata straordinaria di una squadra che alla vigilia non era data tra le favorite. Infatti c’erano formazioni molto forti, tra tutte il Brasile e l’Argentina di Maradona. Ma anche la Germania e la Francia. Alla fine, grazie soprattutto ai gol di Pablito, arrivò il trionfo, con le mani al cielo dell’indimenticato presidente Pertini nella finale proprio contro la Germania vinta per 3-1. Pablito cominciò la sua scalata nell’olimpo del calcio con la tripletta al Brasile, senza più fermarsi fino ai gol della finale. La sua morte segna davvero la fine di un epoca, quella del calcio romantico e dei miti di uno sport che sa regalare davvero emozioni fortissime. Il ricordo dell’attaccante della Nazionale è stato forte e commosso in queste ore.

Paolo Rossi è stato ricordato sia dal mondo della politica che da quello dello sport e dello spettacolo. Non ha mai voluto intraprendere la carriera da allenatore, ma negli ultimi anni era stato un celebre opinionista per Sky. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha scritto un post nel suo ricordo su Instagram: Nell’estate del 1982 con i suoi gol ha regalato un sogno a intere generazioni. È stato il simbolo di una Nazionale e di un’Italia, unita e tenace, capace di battere avversari di enorme caratura. Addio a Paolo Rossi, indimenticabile campione. L’Italia ti ricorderà con affetto”. Anche Luigi di Maio e Matteo Renzi hanno celebrato la scomparsa di un icona del calcio. Lo stesso ha fatto il leader della Lega Matteo Salvini: “Buon viaggio campione”. Come per tutti i grandi dello sport che se ne vanno, le celebrazioni per il campione indiscusso sono andate avanti sin dalla notizia della sua morte che è arrivata questa notte. 

Ma come detto sono stati davvero tanti i personaggi dello spettacolo e della televisione che hanno scritto un post su Instagram: da Piero Pelù a Barbara d’Urso Enrico Mentana (“Fra tre settimane morirà anche il 2020, ma non lo rimpiangeremo”) Carmen Russo, Antonella Clerici, Monica Leofreddi, Vasco Rossi, Fabio Cannavaro, Linus, Giorgio Panariello, Flavio Briatore, Fabio Volo, Beppe Convertini, Francesco Renga Ciro Immobile solo per fare qualche esempio. Grande la commozione anche di suoi ex compagni di squadra, sia quelli della Nazionale che quelli di club, che hanno pianto l’indimenticato Pablito che ha lasciato un grandissimo ricordo in tutti. Il mondo del calcio e della serie A annuncia intanto delle iniziative che si rispetteranno prima dell’inizio delle gare del prossimo turno di serie A. Con minuto di raccoglimento e lutto al braccio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui