Maradona morto in crisi di astinenza: una settimana prima cadendo aveva battuto la testa

0
72

Maradona sarebbe morto per crisi di astinenza: è quello che emerge dalle indiscrezioni che emergono dalle indagini in Argentina. I dettagli

Maradona

Emergono nuovi dettagli sulla morte del Pibe de Oro, che porterebbero a delle responsabilità gravi da parte delle persone che avrebbero dovuto vigilare sul suo stato di salute in quelli che sono poi diventati gli ultimi giorni della sua vita. Si parla di crisi di astinenza per il campione argentino e di una caduta una settimana prima del decesso. Caduta che gli avrebbe fatto battere la testa, ma nonostante questo episodio non sarebbe stato portato in ospedale per dei controlli. Sarebbe questa la versione dell’avvocato Rodolfo Baquè, che assiste l’infermiera Gisela Madrid, che è stata vicina a Diego negli ultimi giorni. L’avvocato ha poi rivelato che il campione ha battuto il lato destro della testa, quello opposto a quello interessato dall’operazione. Ma Diego non era in grado di decidere niente, ed è rimasto da solo per tre giorni in una stanza dopo la caduta. In quelle circostanze non sarebbe stato aiutato da nessuno.

Maradona, si infittisce il mistero sulla sua morte. A continuare il racconto è l’avvocato Baquè, che difende l’infermiera del campione argentino. La donna ha raccontato di aver avuto un solo contatto, il venerdì prima della morte di Diego, solo per consegnare le medicine ed assicurarsi che le fossero somministrate. Poi è stata licenziata. Quello che si apprende è relativo al momento delle dimissioni dall’ospedale del Pibe de Oro: l’ex fenomeno del calcio mondiale avrebbe mostrato dei segnali di astinenza da droga. A scrivere questo rapporto è la psichiatra Agustina Cosachov, che ha seguito Diego nella sua casa di Tigre, dove è avvenuto il decesso. Inutili i soccorsi per lui, all’arrivo dell’ambulanza è stato troppo tardi e non c’è stato nulla da fare.

Le notizie che arrivano dall’Argentina parlano di un aggravarsi della posizione del medico Leopoldo Luque, medico di Maradona, che a quanto pare sarebbe accusato di omicidio colposo dalla procura. Si apprende che la dottoressa Cosachov aveva chiesto per Diego una assistenza 24 ore su 24, ma il medico non l’avrebbe fatto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui