Samuele Bersani ricorda Daria Nicolodi e svela: “A 14 anni mi ha salvato”

0
257

Samuele Bersani ricorda su Instagram con affetto Daria Nicolodi e spiega come la donna l’abbia salvato quando lui aveva solamente 14 anni. Ecco cosa è successo

Samuele Bersani ricorda Daria Nicolodi Sono tantissimi i post di cordoglio per la scomparsa della compianta Daria Nicolodi, tra i quali spunta quello di Samuele Bersani. Il noto cantautore ha infatti rivelato come la conoscenza con la madre di Asia Argento gli abbia cambiato la vita. Ecco cosa ha raccontato a proposito del loro incontro, avvenuto quando Bersani aveva solo 14 anni.

La scomparsa di Daria Nicolodi

La morte della famosa attrice e sceneggiatrice 70enne ha lasciato tutti sconvolti ed ha suscitato una vera e propria immediata valanga di post sui social da parte di conoscenti (e non) che hanno voluto ricordarla con le migliori parole d’affetto e stima. Tante le persone che hanno apprezzato le sue interpretazioni sul grande schermo, tra cui quella nell’iconico film “Profondo Rosso”. Tra gli omaggi alla storica compagna di Dario Argento e madre della figlia Asia troviamo quello di Samuele Bersani che ha voluto ricordarla tramite un post sul suo profilo personale di Instagram rivelando un episodio successo tanti anni fa che ha legato in modo indissolubile la sua vita con quella della donna.

L’omaggio Samuele Bersani a Daria Nicolodi

Il famoso cantautore bolognese ha condiviso una bella foto che ritrae i due insieme nel 1984, entrambi molto giovani: Bersani infatti al momento dello scatto era appena un 14enne, mentre lei aveva venti anni in più di lui.
Come spiega in didascalia nel post, Samuele a 14 era scappato di casa, ma l’incontro con Daria lo ha salvato: “Dovrò eternamente ringraziare Daria Nicolodi se in quei 3 giorni di follia invece di ‘perdermi per sempre’ mi son salvato in tempo per tornare indietro”, ha scritto il cantante di “Spaccacuore”.

La fuga da casa per incontrare Dario Argento

Il riferimento è al periodo in cui un Bersani adolescente sognava di fare il regista di film horror. Manco a dirlo, il suo regista di riferimento e idolo era proprio Dario Argento e, come ha raccontato nel corso di un’intervista per il Corriere della Sera avvenuta nel 2016, per incontrarlo è persino scappato di casa, lasciando un biglietto sul pianoforte della propria abitazione per avvisare i genitori, senza aggiungere però i dettagli.

Il giovane e determinato Samuele è quindi partito con l’intento di raggiungere Roma in autostop ma, prima di incontrare il proprio mito, aveva conosciuto Daria Nicolodi.
Come lui stesso ha raccontato: “Avevo conosciuto Daria Nicolodi, sua musa e sua compagna, che appena scoprì quello che avevo fatto chiamò i miei per tranquillizzarli. Mi fermai quella sera“.

Una decisione che, come ricorda nel post Samuele, probabilmente ha salvato in tempo l’intrepido cantautore. Una storia che ha però un lieto fine, infatti dopo essere venuto a conoscenza di tutta la storia, Dario invitò il fan sfegatato e il padre sul set del film che stava girando all’epoca, “Phenomena”.
A proposito dei rapporti con il regista Argento, Samuele Bersani ha dichiarato: “Amicizia è troppo, ma tra noi da allora c’è simpatia reciproca“. Sicuramente grande affetto lo lega alla moglie Daria che, come lui stesso ha detto, dovrà eternamente ringraziare.

 Leggi anche -> Carmen di Pietro, post scandalo sulla morte di Maradona: lei cancella tutto

Leggi anche -> Nina Moric shock, Fabrizio Corona: “E’ sposato e frequenta Mariana Rodriguez”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui