Guendalina Tavassi chiede aiuto su IG “Per favore aiutatemi! ho dei figli”

0
159

Brutta avventura per la ex concorrente del Grande Fratello, Guendalina Tavassi. Attraverso alcune IG Stories pubblicate sul suo profilo Instagram, la showgirl ha denunciato il furto di alcuni contenuti privati che conservava nella memoria del telefonino.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Guendalina Tavassi (@guendalinatavassi)

Guendalina Tavassi chiede aiuto in lacrime su Instagram per fermare la violazione della privacy della quale è stata vittima nelle ultime ore. Alcuni hacker ieri mattina hanno violato il suo profilo i cloud, appropriandosi di tutti i contenuti salvati sul suo telefono e sul pc. Tra il materiale erano presenti alcuni video hot girati assieme al marito, che sono stati condivisi in alcune chat e siti internet. In particolare uno di questi è stato pubblicato sul sito Pornhub e circola nei gruppi Whatsapp e Telegram. Nel disperato appello social la Tavassi chiede a chiunque abbia ricevuto i video, di cancellarli senza aprirli in modo da fermarne la diffusione.  La showgirl ricorda di essere una madre e una moglie e sottolinea la gravità del reato che è stato commesso. Un reato che viene commesso troppo spesso e molte volte produce effetti devastanti nelle vite delle persone. Anche il marito di Guendalina, Umberto D’Aponte ha dichiarato di essere sconvolto dall’accaduto e dopo aver ricordato che ognuno è libero di vivere la sua sessualità in maniera libera ha rinnovato l’appello della moglie di cancellare immediatamente tutti i contenuti rubati.

LEGGI ANCHE > ANNA TATANGELO ZITTISCE RITA PAVONE E DICHIARA: “ADESSO TI RISPONDO IO”

Guendalina Tavassi

La coppia ha già sporto denuncia alla polizia postale e attende che i responsabili vangano identificati. Tantissimi sono stati i messaggi social di solidarietà per la gravissima violazione. Purtroppo questo tipo di episodi sono molto frequenti nel mondo delle celebrity e non solo.Tra le star che hanno dovuto affrontare la medesima situazione sono note anche Diletta Loetta e Belen Rodriguez. La legge sul Revenge porn è stata approvata a seguito della triste vicenda legata alla morte di Tiziana Cantone. Il provvedimento stabilisce che chi invia, consegna, diffonde o pubblica contenuti hot privati senza consenso, è punito con la reclusione da uno a sei anni e da una multa da 5mila a 15mila euro.

LEGGI ANCHE > GIORGIO PANARIELLO: ACQUISTI A ROMA CON LA COMPAGNA, “SEMBRA BELEN RODRIGUEZ”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui