Selvaggia Lucarelli critica Angela da Mondello: “Questa roba è oscena”. Poi attacca la D’Urso

0
14

Selvaggia Lucarelli torna a criticare duramente la signora Angela da Mondello. Ma non solo: la giornalista però, stavolta attacca anche Barbara D’Urso. Ecco cosa ha scritto.

Angela video clip

Angela da Mondello: il videoclip

Dopo la notizia secondo la quale, la signora Angela da Mondello avrebbe girato un videoclip musicale del suo tormentone estivo “non ce n’è Coviddi“, ora la protagonista è finita in questura. Il motivo è proprio il videoclip “negazionista”, in cui tutti i suoi attori e le sue comparse (lei compresa) sono senza mascherina a cantare l’uno affianco all’altro. Così Selvaggia Lucarelli ha deciso di esprimere la sua opinione a riguardo. La giornalista sul suo profilo Instagram ha pubblicato una foto della signora Angela commentando: “Questa roba non è trash, è oscena. E va ringraziata ancora una volta “Babbara”, che ha trasformato un’ignorante pure negazionista in un fenomeno di colore. Pericoloso“. Effettivamente la Lucarelli questa volta ha voluto non solo condannare il gesto della protagonista del tormentone ma anche tutto lo spazio televisivo che le è stato dato da Barbara D’Urso, sua “nemica” storica.

Le parole di Selvaggia Lucarelli

Nel post la Lucarelli ha specificato che il “merito” della fama della signora negazionista di Mondello è proprio da attribuire alla D’Urso che questa estate la rese famosa nel suo programma. Angela Chianello, infatti quest’estate, si è trovata davanti ai microfoni di un’inviata di Non è la D’Urso mentre prendeva il sole sulla spiaggia di Mondello. Dopo averle posto qualche domanda, Angela risponde al giornalista inviata con la frase che in seguito divenne un tormentone estivo: “Non ce n’è Coviddi, non ce n’è!”. L’inviata a questo punto le chiede se non ha paura che il Covid torni e lei: “È tutto finito adesso. A settembre ci chiudiamo tutti a casa. Baci da Mondellooo!”.

Così la Lucarelli ha deciso di dire la sua e, riferendosi proprio al videoclip musicale girato senza mascherine, in un articolo da lei firmato ha scritto: “Non ce n’è pudore. Un giorno bisognerà scrivere un libro sui danni che una certa televisione ha fatto negli anni. Poi la svolta. Grazie a Babbara e alla popolarità che le ha regalato, Angela Chianello oltre a vendere “suvenier” quali portachiavi e magliette con la scritta “Non ce n’è coviddi”, ieri ha potuto girare un bel video musicale“. Un video in cui la signora canta “Non ce n’è non ce n’è!” e balla con decine di persone, tutti senza mascherina. E poi Selvaggia conclude scrivendo: “Grazie, Babbara. Il Covid c’è. È il rispetto per chi sta morendo, sta curando, sta sopravvivendo, che manca“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui