Vediamo insieme di quale prodotto, nello specifico, è stato richiesto l’immediato ritiro dai supermercati italiani.

Ministero Della Salute: ritirato stracchino per presenza Escherichia coli
Ministero Della Salute: ritirato stracchino per presenza Escherichia coli

Lo stracchino viene ritirato dal mercato, perché al suo interno c’è la presenza del batterio Escherichia coli.

Vediamo meglio insieme tutte le informazioni disponibili.

Ministero Della Salute: ritirato stracchino per presenza Escherichia coli

L’avviso di ritiro del prodotto arriva direttamente dal Ministero della Salute e riguarda uno stracchino in particolare.

LEGGI ANCHE —-> MARSALA, CALCI E PUGNI CONTRO I MIGRANTI: “NON AVETE IL DIRITTO DI STARE QUI”

L’allerta per questo prodotto era iniziata il 28 settembre, ma la nota è stata diffusa solamente pochissime ore fa.

Il prodotto che viene ritirato, anche se prodotto in poche unità, è uno stracchino  che si chiama “La Casera del Pirondel” che viene prodotto dall’azienda agricola Armanni Angelo nello stabilimento che si trova a Bergamo, e per la precisione a Treviolo.

Il numero identificativo del prodotto è 031737 con data di produzione 16-06-2020, ed è stato specificato, dal produttore stesso, che solamente 7 forme sono state messe sul mercato prima del blocco.

LEGGI ANCHE —> CORONAVIRUS: I MALATI MUOIONO DA SOLI MA IL GOVERNO FA RIPARTIRE IL CAMPIONATO DI CALCIO

Riguardano poi, il prodotto venduto sfuso e non già imballato, che è possibile trovare presso lo spaccio aziendale del produttore.

Si raccomanda, la massima attenzione, nel controllare la produzione e di non mangiare assolutamente il prodotto in questione.

Ministero Della Salute: ritirato stracchino per presenza Escherichia coli
Lo stracchino richiamato è quello in vendita presso lo spaccio aziendale della società produttrice

Il batterio Escherica Coli, si trova anche negli esseri umani, ma in alcuni casi può causare gravi problemi, come crampi addominali, vomito, diarrea, o nei casi più difficili anche problemi che vedono obbligatoria una ospedalizzazione.

Le persone maggiormente a rischio, per questo batterio, sono i bambini e gli anziani, quindi si ripete la massima attenzione nel controllare il lotto, se è stato acquistato presso lo spaccio aziendale della casa produttrice.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui