Omicidio di Daniele ed Elisabetta, è stato arrestato uno studente

0
19

Il presunto omicida dei due fidanzati Eleonora Manta e Daniele De Santis brutalmente uccisi la sera del 21 settembre scorso in via Mondello a Lecce è stato arrestato. Il procuratore di Lecce, Leonardo Leone de Castris, ha convocato una conferenza stampa al comando provinciale dei Carabinieri per spiegare la svolta nelle indagini.

I Carabinieri di Lecce hanno fermato il presunto killer responsabile del duplice omicidio di Daniele De Santis ed Eleonora Manta, i due fidanzati di 33 e 30 anni massacrati a coltellate il 21 settembre scorso nella loro casa in via Montello a Lecce. Il suo nome è Antonio De Marco di Casarano, 21 anni e sarebbe uno studente di Scienze infermieristiche al Fazzi.

Il nome dell’arrestato è stato fornito nel corso di una conferenza stampa del procuratore della Repubblica Leonardo Leone de Castris nella sede del Comando provinciale dei Carabinieri. Resta non chiarito, al momento, il movente dell’omicidio tuttavia quello passionale sembra poter essere confermato.

Il cerchio si è stretto sull’indiziato in pochissimi giorni: l’assassino dei due ragazzi, a dispetto delle precauzioni con cui ha pianificato il delitto sembrava aver commesso errori grossolani che hanno facilitato il compito degli inquirenti. Su quegli errori gli uomini dell’Arma e i magistrati hanno lavorato senza sosta mettendo insieme tutti gli indizi per arrivare ad un nome. E’ stato il Procuratore a indicare il percorso investigativo, attraverso i fotogrammi catturati delle telecamere, la perizia grafica sui bigliettini persi dall’assassino in prossimità del delitto. La grafia è stata confrontata con i documenti d’identità del ragazzo. Non sono mancate intercettazioni, pedinamenti e riprese filmate, oltre agli spostamenti ricostruiti tramite il segnale del suo cellulare. Elementi, molteplici, che hanno fornito riscontri univoci fino alla certezza – investigativa se non processuale – di oggi.

Eleonora e Daniele: Arrestato è studente

Omicidio Daniele De Santis ed Eleonora Manta: “Arrestato è Antonio De Marco, 21 anni, studente di scienze infermieristiche di Casarano (#Lecce). Movente solo parzialmente ricostruito”. Conferenza stampa del procuratore di #Lecce. Aggiornamenti dall’inviato di #chilhavisto.

Pubblicato da Chi l'ha visto? su Lunedì 28 settembre 2020

Da quanto si è appreso il ragazzo ad agosto aveva preso in affitto una stanza nell’abitazione dei due giovani uccisi e vi aveva dimorato fino a pochi giorni prima del delitto: questo spiegherebbe la dimestichezza che ha mostrato del luogo e la facilità con cui ha avuto accesso all’appartamento dei due, quella sera.  L’omicidio, ha spiegato il magistrato, sarebbe stato curato nei minimi dettagli e la brutalità con cui il killer ha agito sulle vittime nascerebbe dall’intento di conferire  una particolare teatralità al delitto. Sembra che il giovane avesse portato con sè della fascette da elettricista, rende noto il Quotidiano di Puglia, con con cui avrebbe voluto legare i corpi dei due. Le grida e la necessità di fuggire avrebbero fatto saltare almeno quest’ultimo intento.  Al momento, tuttavia, sembra che l’arrestato non abbia confessato. Questo spiegherebbe perchè il movente non è stato finora accertato pienamente.

I due giovani furono uccisi a coltellate nell’appartamento in cui si erano trasferiti: proprio quel giorno la coppia era andata a convivere in quella casa al civico 2 di via Montello che fino a poco tempo prima era stata data in affitto. Evidentemente l’assassino è stato costretto a lasciare l’appartamento anche in ragione del nuovo percorso di vita della coppia, ormai decisa a convivere in quella casa dove invece hanno trovato la morte. L’autopsia ha confermato la furia  con cui il killer si è accanito suo due. Eleonora sarebbe stata colpita da almeno 30 coltellate.

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno, Quotidiano di Puglia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui