Home Persone Scavalca la recinzione per scattarsi una foto: così muore Eleonora Parisi

Scavalca la recinzione per scattarsi una foto: così muore Eleonora Parisi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:53
CONDIVIDI

Tragedia a Tirrenia dove una donna di 43 anni, Eleonora Parisi, è rimasta vittima di un terribile incidente.

Eleonora Parisi 7 settembre 2020

Si trovava a Tirrenia – una provincia toscana parte del comune di Pisa ricca di monumenti che attirano numerosi turisti ogni anno – Eleonora Parisi, la donna originaria di Settimo Torinese deceduta in seguito al crollo di una trave. La turista di 43 anni, era in Toscana assieme al compagno per una vacanza culturale – riferisce La Stampa – e  ha trovato la morte proprio mentre cercava di farsi immortalare nei pressi di un monumento. Erano le 11:30 di mattina quando la coppia, passeggiando in piazza nei pressi dello stabilimento balneare Imperiale, ha notato un giardino recintato all’interno del quale spiccavano due statue ed altri ruderi di pregiata fattura, repliche di monumenti della Roma imperiale. Volendo fotografarle, hanno deciso di oltrepassare la recinzione per un paio di scatti: Eleonora – ha raccontato il fidanzato –  si è fatta strada fino ai monumenti e si è quindi issata su una trave in cemento ma proprio mentre il ragazzo preparava la macchinetta fotografica, la struttura ha ceduto repentinamente, trascinando con sé la donna che è rimasta sotto il crollo. I detriti hanno ferito mortalmente Eleonora Parisi e nonostante la disperata corsa del 118 sul posto in seguito alla telefonata del compagno, non c’è stato nulla da fare per salvarla.

Adesso, il pm incaricato delle indagini Giovanni Porpora sta cercando di capire tramite gli accertamenti condotti dalle forze dell’ordine se la tragedia poteva in qualche modo essere evitata o se la decisione dei due turisti di sconfinare nel parco – di proprietà dello stesso lido balneare Imperiale adiacente – ha portato alla tragedia. Secondo le persone che frequentano abitualmente la zona, l’area è costellata di cartelli che vietano tassativamente l’ingresso. Ai Carabinieri di Pisa è spettato il triste compito di informare i familiari della vittima – riferisce Fanpage – che forse saranno chiamati per l’autopsia, qualora il pm dovesse ritenerla necessaria per ricostruire la dinamica dei fatti. Si tratta di un’altra tragedia la cui notizia giunge poche ore dopo quella della brutale vicenda di San Gallo dove un’altra donna di origine veronese ha trovato la morte in seguito ad un intrusione nella casa dove lavorava.

Fonte: La Stampa, Fanpage

 

La Stampa, Fanpage