Berlusconi non migliora “Forse è la volta buona”, dice il professore. E si lamenta delle critiche subite

0
2

Il professor Raffaele Simone, finito al centro di una polemica per una frase contro Silvio Berlusconi, si dice pentito.

 

 

 

Le sue parole non sono piaciute  né al popolo della rete né ai sostenitori del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, ricoverato al san Raffaele di Milano a causa del Covid. Il professore di Lettere Raffaele Simone – in un post su Facebook rimosso dopo poche ore –   sembrava accogliere con soddisfazione la notizia della positività al Covid del cavaliere e scriveva: “Diciamolo, quanti di noi leggendo la notizia su Berlusconi hanno pensato ‘magari è la volta buona?’. Pensate se ci liberassimo di tutti questi prepotenti, come esistono giudici a Berlino, nemmeno i potenti sfuggono alla malattia” – riporta Il Corriere della Sera. Ma il professore si dice ora pentito per aver attaccato Berlusconi in questo modo, come ha rivelato in un’intervista, spiegando che il suo intento era un altro: “Il mio attacco era rivolto al clima di negazionismo che ruota attorno a figure come quella di Silvio Berlusconi. Intendevo dire che anche chi si crede al di sopra della legge deve tornare bruscamente con i piedi per terra quando succedono certe cose”. Le parole del docente ricordano molto gli attacchi subiti dall’imprenditore Flavio Briatore che, dopo la diffusione della notizia della sua positività al Covid, ha subito numerosi cririche  anche da parte di giornalisti e cronisti: “Ho sbagliato a scrivere con quei toni, non intendevo augurare la morte né a Berlusconi né a nessun altro”.

Lo stesso professor Raffaele Simone ha dovuto fare i conti con commenti durissimi, come quello della saggista Maria Giovanna Maglie che gli ha dato del “Ridicolo nazista”: “Io ho sbagliato ma le persone che hanno commentato il post non sono state minimamente capaci di leggere tra le righe: non avete idea di che cosa mi è piovuto addosso nelle due ore che sono trascorse prima che decidessi di cancellarlo. A me si che sono arrivati auguri e minacce di morte”. L’ex premier Silvio Berlusconi, le cui condizioni sono stabili secondo il dottor Alberto Zangrillo – riferisce Sky TG24 – non sarebbe comunque in pericolo di vita: “Non è sotto la tenda ad ossigeno. Reagisce bene alle cure”, dice il medico. Il cavaliere è solo l’ultimo di una lunga serie di personaggi in vista a risultare positivo al Covid.

Fonte: Corriere della Sera, SkyTG24

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui