Home News Mondo Si chiama Christian Brueckner il presunto rapitore di Maddie McCann

Si chiama Christian Brueckner il presunto rapitore di Maddie McCann

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:40
CONDIVIDI

 Christian Brueckner, in carcere per reati a sfondo sessuale, potrebbe essere colui che, nel 2007, rapì la piccola Maddie MCCann.

Christian Brueckner

Gli investigatori sono sempre più vicini alla risoluzione del caso Maddie McCann. Christian Brueckner, cittadino tedesco attualmente detenuto nel carcere di Kiel potrebbe essere l’uomo che l’Interpol ha cercato di rintracciare per 13 anni. L’identità  è stata  diffusa dopo  l’appello di un investigatore che ha lavorato sul caso della sparizione di Maddie McCann. In seguito, infatti, due donne si sono presentate alla polizia per fornire informazioni sulla scomparsa della bambina. Secondo quanto emerge dalla testimonianza delle due donne, il responsabile sarebbe Christian Brueckner. A confermare le dichiarazioni delle testimoni, una telefonata effettuata dal presunto rapitore che si trovava proprio nell’area di Praia da Luz – località turistica da cui Maddie è scomparsa – circa mezz’ora prima della sparizione della bambina.

Tpi riporta le parole di una delle due testimoni, rimasta anonima: “Christian mi disse che doveva fare una cosa orribile a Praia da Luz e che per un po’ sarebbe sparito”  – ha raccontato la ragazza che in quel periodo si frequentava con Christian Brueckner. La seconda donna che si è offerta di testimoniare è una cittadina irlandese che – spiega Il Corriere della Sera – ha anche accusato Christian di averla stuprata. Secondo Mark Cranwell, l’investigatore che ha lanciato l’appello che ha convinto le due ragazze a rompere il silenzio, non è da escludere l’ipotesi che le testimoni fossero impaurite dall’uomo che potrebbe averle minacciate. Ora il suo arresto le avrebbe spinte a farsi avanti.

Christian Brueckner, 43 anni, sta finendo di scontare una pena per detenzione e spaccio di droga presso il carcere di Kiel, capoluogo del land Schleswig-Holstein. Il passato dell’uomo è costellato da episodi violenti e legati al mondo della pedofilia e degli abusi sessuali. Un’altra ragazza, Nakscije Mufti – riferisce Repubblica – lo ha definito aggressivo e manesco. Christian, che aveva iniziato a frequentare la giovane quando era ancora minorenne, aveva picchiato con violenza Nakscije quando lei aveva trovato materiale pedopornografico sul suo pc. L’uomo ha ricevuto anche denunce per reati sessuali. Secondo il procuratore tedesco Hans Christian Wolters  le possibilità di trovare Maddie ancora viva sono pressoché nulle: “La mia personale opinione è che abbia abusato della bambina prima di ucciderla. Non solo: sono convinto che sia implicato in altri casi simili avvenuti su territorio tedesco”. Forse Wolters si riferisce all’omicidio di Peggy Knobloch, bambina di nove anni scomparsa nel 2001 mentre tornava a casa sua ad Hof. I resti della bimba vennero trovati in un bosco quindici anni dopo e anche in quel caso la madre venne accusata di omicidio.

Fonte: Tpi, Corriere della Sera, Repubblica

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]

Tpi, Il Corriere della Sera, La Repubblica