Home Persone La sorella di Pietro Genovese:” Se Gaia e Camilla sono morte è...

La sorella di Pietro Genovese:” Se Gaia e Camilla sono morte è colpa loro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:20
CONDIVIDI

Sulla morte di Gaia e Camilla, le sedicenni investite a Roma nella notte tra sabato 21 e domenica 22 dicembre, interviene la sorella di Pietro Genovese, Emma: “Le ragazzine erano fuori dalle strisce. Se sono morte è colpa loro”.

Camilla e Gaia, investite a Corso Francia - Leggilo.Org
Corso Francia, il luogo dell’incidente, Gaia una delle due vittime – Leggilo.Org

 

In preda allo shock, alla paura, allo sconforto, si possono dire e scrivere davvero tante cose che in un altro momento, si spera, non si penserebbero neppure. E’ questo sicuramente il caso di Emma Genovese, figlia del famoso regista Paolo Genovese e sorella di Pietro. Il 20enne, nella notte tra sabato 21 e domenica 22 dicembre, nei pressi di Ponte Milvio, ha investito Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, due 16 enni che hanno tragicamente perso la vita. La ragazza ha scritto su Instagram: “Erano fuori dalle strisce. Mio fratello è passato regolarmente con il verde. Non è colpa sua se le due ragazzine sono morte. Sono loro che se la sono cercata”. Emma Genovese sta cercando in tutti i modi di difendere il fratello Pietro dalla gogna mediatica e dagli attacchi a cui è sottoposto in queste ore. Ha ribadito più volte che il ragazzo è rimasto scioccato da quanto accaduto. Dato confermato anche dal legale della famiglia Genovese. Ma la ragazza si è spinta troppo oltre e ha anche sostenuto che il fratello non avesse bevuto. dato smentito dai test alcolemici. Infatti – come ha riportato Il Messaggero – Pietro è risultato positivo ai test sia sull’alcool sia sulla droga. In compenso, invece, il padre del ragazzo, il regista Paolo Genovese, è intervenuto per esprimere solidarietà alle famiglie delle due giovani.

sorella pietro genovese gaia camilla colpa loro

Sulle dinamiche dell’incidente si sta ancora indagando. Gaia e Camilla, in effetti, potrebbero aver attraversato fuori dalle strisce pedonali prese dalla fretta di tornare prima a casa. Infatti – come ha riportato Fanpage – Gaia, pochi minuti prima di essere travolta, aveva scritto un messaggio al padre: “Papà stai tranquillo, sto rientrando a casa”. L’uomo da anni è condannato alla sedia a rotelle. Si indaga anche per capire se la morte delle ragazze sia dovuta solo all’impatto con l’auto guidata da Pietro genovese o se siano state travolte anche da altri veicoli. In tal caso vi sarebbero altri indagati per omicidio stradale. E sarebbero rei, a differenza di Pietro, anche di omissione di soccorso.

Fonte: Il Messaggero, Fanpage, Emma Genovese Instagram.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]