Home Persone Il papà di Gaia: “Senza di lei non ha più senso vivere”

Il papà di Gaia: “Senza di lei non ha più senso vivere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:34
CONDIVIDI

Nella notte tra sabato 21 e domenica 22 dicembre, nei pressi di Ponte Milvio a Roma, le sedicenni Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, sono morte investite da un’auto guidata da Pietro Genovese, figlio del regista Paolo. Il ragazzo è risultato positivo ai test di alcool e droga.

gaia camilla investite figlio regista genovese

Nella notte tra sabato 21 e domenica 22 dicembre sulle strade della capitale si è consumata l’ennesima tragedia. A farne le spese, questa volta, due ragazzine di appena 16 anni: Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, investite da un’automobile nei pressi di Ponte Milvio. Alla guida dell’auto il ventenne Pietro Genovese, figlio del regista Paolo. Il ragazzo – come riporta Il Messaggero – è risultato positivo ai test di alcool e droga e ora, da quanto dichiarato dal suo legale Gianluca Tognozzi, sarebbe in stato confusionale.  Poco prima di essere investita Gaia aveva scritto un messaggio al padre: “Papà non ti preoccupare, sto tornando a casa“. Ma purtroppo la ragazzina, a casa, non è mai tornata. Ora il papà, Edward Von Freymann –  riferisce Fanpage – ha dichiarato: “Senza di lei non ho più ragione di esistere. Lei era la mia forza, la mia vita”. L’uomo da anni, in seguito ad un tragico incidente, è costretto alla sedia a rotelle.

L’avvocato della famiglia Von Freyman ha riferito le parole del genitore scrive il Giornale: “È molto provato. Nel 2011 ha subito un grave incidente in moto, all’Eur, che lo ha costretto sulla sedia a rotelle. Questa tragedia ha un risvolto ancora più drammatico perché colpisce un uomo già provato duramente. Questa mattina l’ho sentito. Questa notte non ha chiuso occhio, è distrutto per quanto accaduto“.

La madre di Camilla, nella notte tra sabato e domenica, preoccupata per non averla ancora vista tornare, ha chiesto alla sorella di cercarla attraverso il cercapersone del cellulare. Dopo averla localizzata sono arrivate sul luogo dell’incidente ma la ragazzina era già deceduta. Ora la famiglia di Camilla pretende giustizia. Da quanto emerge le due ragazze erano molto benvolute da tutti, professori e compagni di classe soprattutto. Frequentavano il liceo Gaetano De Sanctis, poco distante dal luogo in cui hanno tragicamente perso la vita. Il regista Paolo Genovese, padre del ragazzo alla guida dell’auto che ha travolto Gaia e Camilla – riferisce Fanpage – ha commentato: “Siamo vicini al dolore delle famiglie di Gaia e Camilla. Anche la nostra famiglia è rimasta travolta da questa disgrazia. Ci porteremo per sempre dentro il senso di colpa”.

A Pietro Genovese era stata restituita da poco la patente di guida: ora è indagato a piede libero con l’accusa di omicidio stradale e rischia dai dodici ai diciotto anni di reclusione.

 

Fonte: Fanpage, Il Messaggero, Il Giornale