Home Cronaca Rovigo, Giulia Lazzari in coma. Il marito ha tentato di strangolarla

Rovigo, Giulia Lazzari in coma. Il marito ha tentato di strangolarla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:37
CONDIVIDI

Rovigo, Giulia Lazzari lotta tra la vita e la morte dopo il tentativo di strangolamento da parte del marito Roberto Lo Coco. Lei voleva lasciarlo ma lui non lo accettava.

Giulia Lazzari coma Rovigo

Giulia Lazzari ha appena 23 anni ma già lotta tra la vita e la morte. Moglie di Roberto Lo Coco, un siciliano di 28 anni e mamma di una bambina di 4 anni. I due giovani erano sposati da poco più di 2 anni e vivevano ad Adria. Una coppia apparentemente normale, come tante. Ma purtroppo Roberto non trovava lavoro, cade nel vortice della tossicodipendenza e non riesce ad uscirne. Giulia, per il bene suo ma, soprattutto, della loro bambina, decide di lasciarlo. Ma Roberto non lo accetta e – come riporta Rovigooggi – proprio all’interno della loro casa, lo scorso 8 ottobre, ha cercato di strangolare la moglie. Al momento dell’aggressione, per fortuna, la figlia non era in casa mentre era presente il fratello di Roberto che stava dormendo nella stanza accanto. Non appena si è accorto di ciò che stava accadendo è accorso in aiuto della cognata e ha chiamato i soccorsi. Giulia Lazzari – riferisce Fanpage – ora è ricoverata in prognosi riservata, in coma farmacologico nel reparto di terapia intensiva presso l’ospedale Santa Maria della Misericordia di Rovigo. Le sue condizioni sono molto gravi. Il tentativo di strangolamento ha causato un arresto cardiaco e la giovane ora, a soli 23 anni, sta lottando per sopravvivere. La bambina al momento è sotto la tutela del Tribunale dei minori di Venezia. Roberto Lo Coco, dapprima ricoverato presso una struttura d’igiene mentale, è stato dimesso e dovrà rispondere dell’accusa di tentato omicidio.

Lo Coco, due giorni prima dell’aggressione, il 6 ottobre,  aveva pubblicato un post sulla sua pagina Facebook dove, accusava la moglie di essere stata ingiusta con lui e le diceva che non avrebbe mai più trovato un altro disposto ad amarla come aveva fatto lui.

Nn e giusto però così, io SN quello che SN, lo sapevi ma tu ai sbagliato e mi ai fatto malissimo, caxxo tutto quello che sta succedendo in questi giorni x carità la colpa e mia o sbagliato a fare delle cose che nn ti piacevano, ma c’è l’hai anche tu la colpa che in questi mesi mi ai trattato come spazzatura, nn succedeva niente di tutto questo se tu avessi parlato con me e no con un. Estraneo che conosci da pochi mesi caxxo, quasi sette anni insieme e nn SN pochi caxxo
Cmq nn ci posso credere che tutto quell’amore che provavi x me sia scomparso così in un paio di mesi giuro nn ci credo davvero ma o visto che e così sei arrivata al punto di nn confidarti più con me, ma con estranei.nn voglio vantarmi,ma tutto e dico tutto l’amore che io ti o dato in questi sette anni, nn ne troverai mai uno che ti amera e che ti darà tutto l’amore che ti o dato io, apparte gli errori che o fatto ti o amata veramente tantissimo. ok .l’ai voluto tu questo io no mai voluto separarmi da te ciao

Già mesi prima aveva palesato una gelosia oltre i livelli di guardia  pubblicando, su Facebook, alcune conversazioni tra lui e Giulia dove raccomandava alla moglie di uscire vestita male, struccata e spettinata in modo che nessun’uomo la guardasse.

😂😂😂

Pubblicato da Roberto LO Coco su Domenica 28 luglio 2019

In Italia la violenza sulle donne e i femminicidi rappresentano un vero e proprio allarme sociale. Lo confermano i dati Istat che – riferisce Adnkronos – ci dicono che quasi 7 milioni di donne italiane dai 16 ai 70 anni hanno subito, almeno una volta nella vita, una forma di violenza fisica o sessuale. La violenza, nella maggior parte dei casi, è ad opera del partner o di ex partner. Anche nel resto d’Europa e del mondo la situazione non è migliore e gli omicidi volontari di donne raggiungono vette preoccupanti. E, anche neo resto del Mondo le notizie sono spesso sconfortanti. Pochi giorni fa è stata stuprata uccisa da milizie filoturche, non quindi per ragioni passionali ma politiche, Hevrin Khalaf, paladina dei diritti delle donne e promotrice di una convivenza pacifica tra Curdi, arabi e cristiani. La donna aveva appena 35 anni ed era la segretaria del Partito Futuro Siriano nato nel 2018.

 

Fonte: Fanpage, Adnkronos, Rovigooggi, Robero LO Coco Facebook.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]