Home Cronaca Revocata la scorta al Capitano Ultimo, Rita dalla Chiesa lo difende

Revocata la scorta al Capitano Ultimo, Rita dalla Chiesa lo difende

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:35
CONDIVIDI

Capitano Ultimo, il colonnello Sergio De Caprio, l’ufficiale dei Carabinieri che arrestò Totò Riina, ha annunciato che è stato avviato l’iter per la revoca della sua scorta

Capitano Ultimo via iter per revoca scorta mafia - Leggilo

Capitano Ultimo, ufficiale dei carabinieri che arrestò Totò Riina, ha annunciato tramite il proprio account Twitter l’avvio della procedura per la revoca della sua scorta nonostante sia stato più volte minacciato di morte dalla Mafia: “Nessun pericolo, la Mafia non c’è più, è stato un gioco – ha esordito – Tutti invitati alla prossima cerimonia: via la tutela al Capitano Ultimo, in fondo se l’è cercata, e basta indagini, non servono più“. Già un anno fa al Capitano Ultimo gli era stata revocata la scorta, salvo poi essergli stata restituita lo scorso giugno dal Tar del Lazio a seguito di un suo ricorso. Il colonnello ha pubblicato anche la notifica del documento originale che ha ricevuto poco prima, in cui è scritto: “Comunicazione di avvio del procedimento di revoca, ai sensi dell’articolo 7 della legge 241/1990”. Secondo il documento non ci saprebbero “specifici indicatori di rischio riferiti alle ipotesi di pericolo o minaccia“.

 

Sempre secondo Ultimo, questa “è la visione di UCIS e del comando generale Carabinieri. Pper loro la mafia, Bagarella e Matteo Messina Denaro non sono un pericolo attuale per il Capitano Ultimo – si legge anche su Il Fatto Quotidiano – Se l’è cercata come Falcone e Dalla Chiesa“.

Una decisione che arriva nella stesso giorno in cui la Corte Europea per i Diritti dell’Uomo ha respinto il ricorso presentato dall’Italia e ha chiesto che si cambi la legge che vieta benefici e sconti di pena per i condannati all’ergastolo. Una sentenza che potrebbe portare a ricorsi da parte delle 957 persone che si trovano in carcere con fine pena mai per reati gravissimi come Mafia e terrorismo.

Indignata, per l’ennesima revoca della protezione, Rita Dalla Chiesa che già si era schierata in passato a fianco del Capitano. Su Instagram ha commentato: “La Mafia non esiste più…dicono. Ma le persone perbene non ci stanno. E chiedono immediato reintegro di protezione per un ufficiale dei Carabinieri al quale tutti dobbiamo moltissimo. Perché questo silenzio, intorno a lui? Mi aspetto che anche tutti quelli che, contrariamente a lui, la scorta ce l’hanno, prendano posizione e gli esprimano solidarietà. Sarebbe un gesto di grande importanza nei confronti di Ultimo...” un riferimento, forse neanche troppo velato, a Roberto Saviano e alla sua scorta, da anni diventato un casus belli anche grazie alla capacità polemica dello scrittore

 

Fonte: Capitano Ultimo Twitter, La7, Il Fatto Quotidiano

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]