Home Estera Papa Francesco “Il sesso è un dono di Dio. La xenofobia è...

Papa Francesco “Il sesso è un dono di Dio. La xenofobia è il vero peccato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:05
CONDIVIDI

 Nell’incontro con i gesuiti In Mozambico, Papa Francesco ha parlato di sesso e xenofobia. E ha condannato la rigidità della Chiesa.

Papa Francesco pregate per me - Leggilo

 

Papa Francesco ci ha abituati ad un clima di apertura della Chiesa decisamente diverso rispetto a quello dei suoi predecessori. Ma fino ad oggi non si era mai pronunciato così esplicitamente in materia di peccati e di sesso. “Il sesso è un dono di Dio, esprime l’amore appassionato e il vero amore può essere solo appassionato”. Ma il Pontefice non si è fermato qui e durante l’incontro con i confratelli gesuiti in Mozambico ha esplicitamente dichiarato: “Gola e lussuria non sono peccati. O, almeno, non sono tra i più gravi. E’ molto più grave l’orgoglio, la superbia, la menzogna. La Chiesa si concentra troppo sulla sessualità, è diventata un’ossessione ormai e poi trascura le ingiustizie sociali.” Decisa la sua condanna verso il Clericalismo, cioè la rigidità di una parte della Chiesa. Queste sono state le sue parole, riferisce Vaticannews:  “Il vero male non è il peccato ma il Clericalismo, la superbia che pretende di elevarsi al di sopra degli altri e punisce e condanna chiunque si discosti dal gregge. Non è questa la strada che ci ha insegnato Gesù.” Il Santo Padre – riferisce Askanews – ha parlato anche della sua esperienza personale “Non sono cambiato da quando ho ricevuto l’investitura. Diventare Papa non mi ha trasformato certo in un santo. Commetto gli stessi peccati di prima. L’elezione a Papa non mi ha convertito di colpo, in modo da rendermi meno peccatore. Sono e resto un peccatore. Ero un peccatore e lo sono tutt’ora, per questo ogni 2 settimane mi confesso. Anche Pietro, fino all’ultimo, ha avuto dubbi. Questo mi conforta.” Come riporta Ansa, il Santo Padre ha invitato il popolo a pregare per lui “Sono assediato dalle tentazioni per questo è importante che voi preghiate per me. Solo la preghiera della mia Chiesa può salvarmi.

Ma il Papa non ha parlato solo di sesso, Chiesa e peccati. Non sono mancate, infatti, parole sulla questione immigrazione e xenofobia su cui Papa Francesco si è pronunciato più volte, sollecitando addirittura l’unione di persone di razze diverse. La posizione del Pontefice – riferisce Il Fatto Quotidiano – sembra chiara: “Il meticciato è un bene, arricchisce i popoli e le culture. Da noi in America Latina c’è tutto e questo ci ha permesso di crescere. Costruire muri significa condannarsi a morte.” Non è certo la prima volta, d’altronde, che il Pontefice si occupa di lolitica. Solo qualche giorno fa, senza peli sulla lingua, aveva sostenuto “Certi politici sanno solo fomentare odio e razzismo. Meritano gli insulti che ricevono.

Fonti: Ansa, Askanews, Vaticannews, Il Fatto Quotidiano.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]