Home Cronaca Belluno, torna a casa dopo il primo giorno d’asilo: si sente male...

Belluno, torna a casa dopo il primo giorno d’asilo: si sente male e muore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:20
CONDIVIDI

Una disperata chiamata ai soccorsi, quando nessuno avrebbe potuto immaginare la tragedia che si è abbattuta su una famiglia del Bellunese. Un apparentemente innocuo mal di pancia si è trasformato in morte.

Bambino muore all'asilo - Leggilo

Tutto è cominciato con dei forti dolori alla pancia per un bambino di appena tre anni, Marco Forchetta. Quando i dolori si sono fatti ulteriormente più intensi mamma Silvia si è preoccupata e ha chiamato immediatamente i soccorsi: l’ambulanza di Pieve di Cadore è arrivata sul posto dopo una manciata di minuti. Intanto dall’ospedale di Treviso è giunto sul luogo anche l’elicottero Leone 1. All’interno dell’abitazione si diffonde il panico: il medico anestesista prova in ogni modo possibile a far ripartire il battito cardiaco, ma non c’è niente da fare, come riportato da Il Corriere della Sera.

Dopo Aurora, piccola vittima di un incidente stradale, anche il piccolo Marco è morto a tre anni, stavolta per dei dolori alla pancia. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri. Le cause del decesso del piccolo saranno chiarite dall’autopsia disposta dalla Procura della Repubblica, come riportato dall’Ansa. Per il momento si sa che il bambino non aveva nessuna patologia pregressa e nessun problema genetico.

Cosa è successo al piccolo Marco? Il bambino poteva essere salvato? A questa e a tutte le altre disperate domande si proverà a dare una risposta nei prossimi giorni. Intanto resta un vuoto incolmabile al pensiero che quel bambino avrebbe dovuto cominciare l’asilo, che per lui era già tutto pronto, dal grembiulino allo zainetto. In paese questa prematura morte ha lasciato tutti attoniti e sconvolti, stretti intorno alla famiglia per provare a trovare un senso ad una tragedia che sembra non averne. La famiglia Del Longo, il nonno Renzo, e la mamma Silvia che insegna in paese, sono, infatti, molto conosciuti e stimati nella piccola e molto unita comunità di Valle di Cadore.

Alessandra Curcio

Fonti: Ansa, Il Corriere della Sera

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]