Home Cronaca Scafati, cadavere di una donna all’obitorio ricoperto di formiche

Scafati, cadavere di una donna all’obitorio ricoperto di formiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:36
CONDIVIDI

E’ deceduta presso l’ospedale Scarlato di Scafati la 60enne di Angri che, nella sala mortuaria, è stata ritrovata dai familiari con il volto ricoperto di formiche. Sul fatto è stata aperta un’inchiesta.

Formiche su salma di donna a obitorio ospedale Scafati Salerno - Leggilo

Una donna di 61 anni originaria di Angri – paesino in provincia di Salerno – è deceduta ieri all’ospedale Scarlato di Scafati. I familiari – informa Salerno Today – hanno denunciato di aver ritrovato il suo cadavere pieno di formiche nell’obitorio del nosocomio di Scafati. Un caso che ricorda l’ “allarme formiche” all’ospedale San Giovanni Bosco dello scorso gennaio e i vari casi di malasanità nel napoletano. Sul caso è stata aperta un’inchiesta e il Pm della Procura di Nocera Inferiore, Federica Lo Conte, ha disposto il sequestro della salma e delle cartelle cliniche.

Nelle prossime ore sarà effettuata l’autopsia sul corpo della donna, come richiesto dagli avvocati dei familiari, Gerardo Striano e Silvio Del Regno, per cercare di comprendere le cause della morte della donna. Stando a quanto dichiarato dall’Azienda Sanitaria di Salerno, “il decesso è avvenuto alle ore 9,20, il trasporto della salma in obitorio tra le ore 9,30 e 9,45 dopodiché sono stati rinvenuti insetti che inequivocabilmente fuoriuscivano da un interstizio tra due battiscopa”.

L’Asl Salerno ha poi espresso cordoglio e vicinanza ai familiari della donna sottolineando che “aveva già effettuato una serie di attività preventive volte alla sanificazione degli ambienti mediante plurimi interventi, l’ultimo dei quali effettuato in data 7 agosto ed ulteriori attività sono peraltro già programmate”.

Come riportato dall’Ansa, il comunicato stampa dell’Asl di Salerno ha evidenziato quindi che “immediatamente allertati, sono giunti sul posto il dr. Alfonso Giordano direttore del DEA Nocera Inferiore-Scafati-Pagani , il dr. Luigi Lupo, direttore del Nucleo Operativo ispettivo e il dr. Maurizio D’Ambrosio, dirigente medico del presidio ospedaliero di Scafati ed è stato altresì investito il Dipartimento di Prevenzione”.

Il Sindaco di Scafati Cristoforo Salvati ha definito “gravissimo” questo episodio e la prossima settimana effettuerà un sopralluogo all’ospedale “non solo per verificare gli interventi già disposti per la sala mortuaria, ma per fare il punto rispetto alle criticità che interessano la struttura”.

Fonte: Ansa, Salerno Today

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]