Michela Murgia: “Se odiate sui social pagate, i seguaci di Salvini sono avvisati”

0
93

Anche Michela Murgia ha aderito all’iniziativa #OdiareTiCosta, lanciata il 22 luglio dal collettivo Tlon e dall’avvocato Cathy La Torre. 

Murgia campagna d'odio Rackete - Leggilo

“Augurare lo stupro non è un opinione ma un reato. Segnalatelo. L’odio online è dilagante, molte persone sono convinte di poter esprimere dissenso con auguri di morte e di stupro, un linguaggio che fa male e inquina gli spazi dove tutti abbiamo diritto di stare”. Con queste parole, condivise in un video su Instagram, la scrittrice Michela Murgia si dice favorevole alla campagna #OdiareTiCosta, invitando gli utenti a segnalare i commenti  diffamatori alla mail [email protected]

Come informa l’Ansa, a dare il via alla mobilitazione è stato il legale di Carola Rackete,  Cathy La Torre – dello studio Wildside Human First Legali Associate – in seguito agli insulti che hanno bersagliato la capitana della Sea Watch 3. Ad appoggiarla, anche la filosofa Maura Gancitano di Tlon. Un team di professionisti di ambiti diversi – psicologi, avvocati, attivisti, investigatori, informatici forensi – aiuterà le vittime di hate speech ad avere giustizia. Il contenuto ritenuto lesivo sarà analizzato dagli esperti che valuteranno la possibilità di richiedere un risarcimento economico.

E’ la stessa scrittrice sarda a confermare, stavolta su Twitter, di aver aderito alla campagna lanciata dalle due attiviste e di promuoverla, a favore di quanti subiscono attacchi quotidiani e di squadrismo verbale:

La mobilitazione online, lanciata il 22 luglio, conta già migliaia di condivisioni su Facebook  tra le quali anche personaggi noti come Melissa P. e la cantante Fiorella Mannoia, che vive una situazione simile in seguito ai suoi interventi circa la vicenda di Bibbiano. “Stiamo ricevendo migliaia di segnalazioni, 600 mail al giorno e il numero continua a crescere – spiega Cathy La TorreL’80 per cento arriva da donne che hanno subito offese legate al loro aspetto fisico o insulti sessisti e auguri di morte e di strupro. E tra loro diversi personaggi famosi, attrici e influencer”.

Fonte: Michela Murgia Instagram, Michela Murgia Twitter, Ansa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui