Il veliero Alex sequestrato dalla Guardia di Finanza: i migranti sbarcano, equipaggio denunciato

0
94

Dopo due giorni in cui sono rimasti sul ponte della nave i migranti a bordo del veliero Alex della Ong Mediterranea sono stati fatti sbarcare per effetto del sequestro penale disposto di iniziativa dalla Guardia di Finanza.  Il veliero scortata da due motovedette, era entrata in porto dopo aver violato l’alt imposto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini in applicazione del decreto sicurezza bis. Poco dopo le 17 ha attraccato nel porto di Lampedusa.

Alex, sbarco nella notte - Leggilo

 

Il molo commerciale era presidiato da Polizia e Carabinieri ma per ore non è stato preposto alcun dispositivo per lo sbarco. Le Forze dell’Ordine avevano infatti comunicato a tutti, equipaggio compreso, era  vietato lo sbarco mentre la Ong inviava un esposto urgente alla Procura di Agrigento per sequestro di persona. Un’iniziativa bollata come “ridicola” dal Ministro che aveva commentato: “Non autorizzo nessuno sbarco di chi se ne frega delle leggi italiane e aiuta gli scafisti”.La Guardia di Finanza ha denunciato comandante ed equipaggio della barca per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina secondo TgCom24.

Alex, secondo la portavoce situazione insostenibile

Durante l’attesa non sono mancate le proteste da parte di Alessandra Sciurba, portavoce di Mediterranea: “La situazione è insostenibile, qui c’è gente che ha bisogno di andare in bagno, questo è sequestro di persona” aveva detto ai microfoni di Rai News per motivare le mosse dei legali di Mediterranea intenzionati ad adire le vie legali nei confronti del Ministro Matteo Salvini. Intanto il parlamentare di Leu Erasmo Palazzotto capomissione di Alex ignorava il divieto di sbarco e chiedeva la presenza di un medico a bordo per controllare la situazione sanitaria. Il veliero veniva quindi trasferito dalla banchina al Molo Favaloro  per consentire rifornimenti di acqua a bordo e per consentire alle persone a bordo di utilizzare i bagni del porto. La banchina dopo il trasferimento di Alex è stata utilizzata per l’approdo di un traghetto turistico in attesa da ore. A bordo è salita una dottoressa della Asp che ha visitato i migranti. Due minori sono stati fatti sbarcare per motivi sanitari e accompagnati in un centro medico. Finalmente, poco prima della mezzanotte, dopo un’attesa di circa sette ore, i 46 migranti sono stati fatti scendere e trasferiti nell’hot spot dell’isola siciliana.

Fonte: Rai News, TgCom24

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui