Home Persone Davide Gheller, la laurea e poi la morte: aveva la vita davanti

Davide Gheller, la laurea e poi la morte: aveva la vita davanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:45
CONDIVIDI

Davide Gheller è morto nel momento meno atteso. Sarebbe dovuto essere un momento di gioia, e invece la sua vita di e quella dei suoi parenti è stata distrutta in un attimo a causa di una malattia che non gli ha lasciato scampo. 

Davide Gheller muore 32 anni - Leggilo

Tragedia a Breda di Piave, in provincia di Treviso. Davide Gheller se n’è andato alla giovane età di 32 anni, pochi giorni dopo aver festeggiato un traguardo importante nella sua famiglia: la laurea in ingegneria conseguita dal fratello Francesco. Una morte improvvisa, ma purtroppo non per questo del tutto inattesa. Infatti, il ragazzo era affetto fin dalla nascita da una grave patologia, il morbo di Hirschsprung, che alla fine ha avuto la meglio. Il male, tuttavia, non lo ha costretto a rinunciare a tutte le sue passioni – i motori, le attività paramilitari e l’agricoltura – né alla possibilità di trovare un lavoro e rendersi perciò economicamente indipendente. Davide era difatti diventato commerciante e cuoco. Il malore di venerdì scorso ha però interrotto la sua vita, come riportato da Treviso Today. Il suo cuore, provato da lunghi anni di malattia, non ha retto più e così, mentre Davide si trovava ricoverato in ospedale, ha smesso di battere.

Il ragazzo, sin dai primi anni della sua esistenza, ha dovuto affrontare diverse prove, tutte superate – eccetto l’ultima, mortale, di pochi giorni fa – anche grazie al suo carattere tenace che lo ha aiutato ad affrontare la malattia. Così, Davide è diventato un eroe, uno dei tanti, purtroppo, che ogni giorno vivono immersi in dolori e difficoltà. Uno dei tanti che affrontano malattie devastanti, come accaduto a Catia Castagni.

Davide, molto conosciuto ed apprezzato all’interno del proprio paese, ha lasciato nel dolore il papà Enio, la mamma Patrizia, i fratelli Francesco e Alessandro, la fidanzata e convivente Sabrina, i nonni paterni, i tanti amici nonché il proprio amatissimo cane.

Fonte: Treviso Today

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]