Home Persone Comprende che sta per morire e scrive il proprio necrologio: “Grazie a...

Comprende che sta per morire e scrive il proprio necrologio: “Grazie a tutti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:45
CONDIVIDI

Bailey Jean Matheson è morta il 5 aprile per un cancro, ma prima di morire ha scritto di suo pugno il suo necrologio prima di morire.

Bailey Jean Matheson scrive il suo necrologio - Leggilo

Il 5 aprile il cuore della giovane Bailey Jean Matheson ha smesso di battere, per sempre. Ma lei lo sapeva, era malata da tempo di cancro, un male che l’ha portata, giorno dopo giorno, alla bara, eppure, anche lei come Mauro, non si è mai arresa. Tutt’altro. Ha scritto di suo pugno il suo stesso necrologio, pubblicato il 9 aprile dal Chronicle Herold. Parole commuoventi che dovrebbero far riflettere tutti i cittadini del mondo. La ragazza del Canada ha fatto rabbrividire tutto il mondo con le sue parole. Oggi, la redazione di Leggilo ha deciso di far commuovere anche gli italiani. Ecco le parole struggenti della giovane donna, riportate da Huffington Post, la cui vita è finita troppo presto.

“35 anni potrebbero non sembrare abbastanza, ma diamine sono stati meravigliosi! Ai miei genitori, grazie per aver sostenuto sempre tutte le decisioni che ho preso nella mia via. Ricorderò per sempre mia mamma che mi diceva che perdere il figlio è sopravvivere alla morte del figlio è la cosa più difficile al mondo. I miei genitori mi hanno fatto un grande regalo: hanno sempre accettato la mia scelta di non sottopormi alla chemioterapia e di lasciarmi vivere il poco che mi mancava come meglio credevo. So benissimo quanto deve essere stato difficile vedere la figlia abbandonare le terapia e lasciare che la natura compiesse il suo corso. Vi amo, entrambi, sempre di più, per questo. Ai miei amici, essendo figlia unica ho sempre curato molto le mie amicizie, più di tutto il resto, perché non ho mai avuto dei fratelli di sangue. Non ho mai pensato di poter amare più di così i miei amici, ma questa malattia mi ha reso diversa, il vostro amore incondizionato, il vostro sostegno costante, ha reso una cosa così difficile da affrontare, molto più tollerabile e tranquilla. Grazie. Amo tantissimo, tutti quanti voi. Al mio Brent, tu sei entrato nella mia vita solo tre mesi prima della diagnosi. Non potevi immaginare in cosa ti avrei coinvolto il giorno in cui ci siamo incontrati. Non avrei mai potuto chiedere un uomo migliore di te, che sei sempre stato al mio fianco… le nostre avventure, gli appuntamenti, le risate, i pianti e gli esaurimenti nervosi. Sei una persona meravigliosa, chiunque ti ha intorno è molto fortunato di conoscerti. Ti amo oltre le parole. Sono sopravvissuta grazie ai miei genitori: Wendy e Sandy; al mio meraviglioso e premuroso fidanzato Brent Andrews e alla famiglia; ai miei animali stupendi, Rosella, la gattina, Peyton Boo Boo e Harley, i cani; ai miei amici meravigliosi; a mia zia Sharon Maclnture e famiglia; a mia zia Paulette Novacco e alla sua famiglia, a mio zio Ted Foxwell e alla sua famiglia. E grazie ai miei parenti che mi hanno preceduta: mia nonna materna, Lillian Clark e i miei nonni paterni, Elsie Matheson MacKenzie e Alex Matheson. Grazie per il supporto, le donazioni, la raccolta fondi, il cibo, i messaggi e le chiamate in questi due anni. Per me, ha significato tutto. Un ringraziamento speciale va alle mie zie Sharon e Paulette, per il loro sostegno costante, e anche ai miei medici, a chi si è preso cura di me, ai miei colleghi. Al posto di fiori, vorrei che i ricavati venissero donati al Melanies Way o al Young Adults Cancer Canada. Non prendete le piccole cose troppo sul serio e vivete un po’”

Fonte: The Huffington Post

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]