Mosche sul pianerottolo, un’aria pesante: era morta in casa, da un mese

0
8

Orrore a Casalnuovo, dove una donna disabile di 53 anni è stata trovata senza vita in casa, morta da almeno un mese. Indagini in corso per accertare le modalità e le circostanze del decesso. 

Napoli, donna morta in casa - Leggilo

Anna, una donna disabile di 53 anni, è stata trovata senza vita, deceduta da più di un mese, in un appartamento sito in Via Virnicchi, in zona Casalnuovo, Napoli. A dare l’allarme è stata proprio la madre della defunta che ha chiesto aiuto ad un conoscente, confessandogli che la figlia era morta da tempo e giaceva nell’appartamento insieme a lei. In seguito, ha chiamato i Carabinieri ed ha confessato loro che la figlia era morta da alcune settimane, come riportato da Le Cronache della Campania. Ma gli inquirenti ipotizzano un arco di tempo più lungo: Anna potrebbe essere deceduta anche prima del marzo, e per tutto questo tempo il suo corpo è rimasto in quella casa, davanti agli occhi di sua madre che non ha mai denunciato il fatto. Storia simile era accaduta a Bernadette, la donna che aveva nascosto le sue figlie morte nell’armadio, per più di vent’anni.

Si cerca ora di far luce sull’accaduto e di chiarire le cause ed i tempi del decesso. Da chiarire anche il ruolo e le eventuali responsabilità della madre della vittima. Intanto, sono in corso i primi esami sul corpo della donna, trasportato presso il Policlinico Nuovo di Napoli, dove verrà fatta l’autopsia per chiarire la motivazione del decesso. L’ipotesi più probabile, al momento, è che la morte sia sopravvenuta per cause naturali. Intanto i Carabinieri del reparto investigazioni scientifiche sono a lavoro per mettere a setaccio l’intero ambiente domestico.

Alcuni condomini ascoltati dagli inquirenti riferiscono: “L’aria si era fatta irrespirabile e nel pianerottolo gironzolavano tantissime mosche”. Aveva destato sospetti anche l’assenza di materiali sanitari tra i rifiuti, generalmente utilizzati per le cure della donna disabile.

MdL

Fonte: Le Cronache della Campania

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui