Home Stampa Mainstream Gad Lerner: “Il sequestro dei bambini sul bus? Chiedete a Salvini, lui...

Gad Lerner: “Il sequestro dei bambini sul bus? Chiedete a Salvini, lui alimenta l’odio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59
CONDIVIDI

Gad Lerner, il giornalista è tornato a polemizzare, questa volta in riferimento all’attentato del bus ad opera del senegalese Ousseynou Sy.

Gad Lerner contro Salvini - Leggilo

Ousseynou Sy è il 47enne senegalese autista di autobus che ha sequestrato un mezzo con a bordo una scolaresca e gli ha dato fuoco, minacciando di uccidersi, nei pressi di San Donato Milanese. L’obiettivo era condannare le politiche in tema migranti portate avanti da Matteo Salvini. “Le mie figlie sono morte e voi dovete bruciare”, ha detto prima di accendere il fuoco. Un modus operandi che lo avvicinano ad un attacco terroristico, aggravante contestato dalla Procura. Ma la Sinistra non ci sta, non ci vuole credere e fa finta di non capire. Così, dirotta tutto verso il Vicepremier Matteo Salvini, come se la follia possa trovare giustificazioni nel suo agire.

La follia criminale del cittadino italiano Ousseynou Sy è l’esito di una contrapposizione isterica che manifesta ostilità agli immigrati additandoli come privilegiati, negando le loro sofferenze e la loro umanità”, ha twittato Gad Lerner, il giornalista che tempo fa si era definito “Servo di George Soros”, lo speculatore finanziario che ha mandato in pezzi l’Italia con l’abbandono della lira.  In sostanza, se il senegalese ha quasi bruciato vivi 51 bambini, la colpa è della linea politica in tema migranti portata avanti dal Vicepremier Matteo Salvini-

Ma dinanzi ad episodi come quello di mercoledì, il coraggio di dire la verità, la forza dell’obiettività sembrano mancare, e pur di non fare dietro front si cerca di giustificare l’ingiustificabile. Tra l’altro, se ci si chiede il perché Sy – con precedenti per abusi sessuali su minori e guida in stato di ebrezza – fosse alla guida di un autobus di linea della Autoguidovie di Crema, la risposta  non è stata in grado di darla neanche il Primo Cittadino della città, Stefania Bonaldi. Il Sindaco, che scrisse una lettera a Salvini, avrebbe deciso di ignorare totalmente le disposizioni previste dal Decreto in tema di iscrizione all’anagrafe cittadina. Una tragedia sfiorata, con tutte le coordinate per essere definito un attacco terroristico. Per poter essere considerato, anche se alcuni non vogliono ammetterlo, conseguenza dell’immigrazione incontrollata. Quella che Salvini cerca di limitare.

La follia criminale del cittadino italiano Ousseynou Sy è l'esito di una contrapposizione isterica che manifesta…

Pubblicato da Gad Lerner su Giovedì 21 marzo 2019

Fonte: Facebook Gad Lerner

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]