Home Cronaca Campobasso, scontro frontale tra due auto: cinque morti, nessun sopravvissuto

Campobasso, scontro frontale tra due auto: cinque morti, nessun sopravvissuto

CONDIVIDI

Campobasso incidente drammatico, 5 morti. Scontro frontale tra due auto, una Panda rossa e una Citroen bianca. Cinque morti, nessun sopravvissuto. Da chiarire le dinamiche del sinistro.

Scontro frontale tra due auto

Non erano giovani come Davide, Sarah e Giulia, i tre ragazzi uccisi da un tremendo indicidente mortale nel Brindisino, o come Cristian e Michele, due amici uniti anche nella morte in provincia di Reggio Calabria. No, questa volta erano tutti anziani, increibilmente. Nessuno di loro avrà avuto genitori da avvisare, forse solo figli e parenti. Una strage e ruoli capovolti, ma comunque tragica.

Lo schianto mortale si è verificato sulla strada Valle del Biferno, meglio conosciuta come la Bifernina. Quattro persone – due donne e due uomini -sono morti sul colpo mentre una donna, che era rimasta gravemente ferita, è morta anche lei poco dopo l’arrivo in ospedale. L’episodio dall’esito tragico è avvenuto precisamente sulla strada statale 647, a Montagano, in provincia di Campobasso, nel molisano.

Erano le 13:15, cinque persone viaggiavano a bordo di due auto: una Panda di colore rosso e una C3 bianca. Improvvisamente, le due autovetture si sono scontrate. Un impatto violento, tanto che uno dei due veicoli ha preso fuoco ed è stato avvolto dalle fiamme. Un camionista, dopo aver allertato i soccorsi, ha provato a spegnere l’incendio. Poco dopo, sul posto, sono sopraggiunti i sanitari del 118, i Vigili del fuoco e le Forze dell’ordine. Nulla da fare per quattro passeggeri, morti sul colpo: i medici non hanno potuto far altro che accertarne il decesso. Una donna che viaggiava a bordo di una delle due auto, invece, sembrava esserne uscita viva ed è stata trasportata in codice rosso all’Ospedale Cardarelli di Campobasso dove è morta qualche ora dopo, a causa delle grandi ferite riportate. La donna era rimasta incastrata tra le lamiere.

Ancora da chiarire le dinamiche dell’incidente, ancora molto incerte. La strada è stata bloccata per più di cinque ore, tempo durante il quale sono stati effettuati i rilievi sul luogo del sinistro. Dalle prime ricostruzioni è emerso che la Citroen avrebbe invaso la corsia opposta, senza frenare, e scontrandosi frontalmente contro la Panda. “Una strage, non credevo ai miei occhi“, racconta un testimone. Probabilmente uno dei più grandi incidenti degli ultimi tempi, su quella strada. Intanto, sono stati resi noti i nomi delle vittime. Sulla Citroen viaggiava Pasquale Paoletti, 72 anni, residente in Via Carducci, con una coppia di amici: Angelo Testa, 71 anni, e Natalia Fanelli, di 65, questi ultimi residenti a Ferrazzano. A bordo dell’altra utilitaria, invece, c’erano Giuseppe Piedimonte, 80 anni, con Anna Patota, sua moglie, di anni 76, residenti a Ripabottoni.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: fact@leggilo.org

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: contro@leggilo.org