Home Cronaca Trapani, proposta scabrosa. Nicoletta uccisa a calci e bruciata

Trapani, proposta scabrosa. Nicoletta uccisa a calci e bruciata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:36
CONDIVIDI

Trovata morta Nicoletta Indelicato, la 25enne di cui si erano completamente perse le tracce domenica notte, dopo essere uscita con una sua amica che ora è accusata di omicidio.

Nicoletta Indelicato uccisa dall'amica - Leggilo

Nicoletta Indelicato è stata uccisa. Questo è quanto si apprende nelle ultime ore. La giovane ragazza di 25 anni era scomparsa da Marsala, in provincia di Trapani, nella notte tra sabato e domenica, dopo essere uscita con la sua migliore amica. Il suo corpo è stato trovato completamente carbonizzato ieri sera nelle campagne di contrada Sant’Onofrio.

Dopo il ritrovamento del cadavere e i primi accertamenti sul corpo, gli inquirenti hanno avuto da subito pochi dubbi. Nicoletta è stata uccisa, questa la causa della morte, e i sospetti sono ricaduti immediatamente sulla sua amica, Margareta Buffa, con lei al momento della scomparsa. La ragazza è stata ascoltata dagli inquirenti, ma nel corso dell’interrogatorio è entrata più volte in contraddizione, facendo trapelare alcuni tensioni tra lei e la sua amica. Così i Carabinieri, guidati da Marco Cirillo, hanno incalzato con le domande fino a quando Carmelo Bonetta, 34enne, compagno di Margareta e anche lui interrogato, ha confessato il delitto, indicando il posto dove erano andati a liberarsi del cadavere di Nicoletta, come riportato da Il Corriere della Sera.

Pare sia stata Margareta ad aver deciso la morte dell’amica, mentre l’uomo è stato l’esecutore materiale del delitto. A fine serata, nella notte di sabato scorso, si è allontanato volontariamente dalle due amiche, con le quali era uscito, dando l’impressione a Nicoletta di restare da sola con Margareta. La vittima ha così seguito Margareta sulla sua auto, dove nel bagaglio si era nascosto l’uomo. Una volta in campagna, Bonetto ha aggredito Nicoletta alle spalle, colpendola con diverse coltellate. La ragazza, ferita e piena di sangue, è scesa dall’auto cercando invano di fuggire via. Pare che il movente sia di tipo passionale, ma è ancora da chiarire cosa abbia scatenato la furia omicida dei due. Sembra che Margareta Buffa avesse una relazione con il 34enne e i rapporti con Nicoletta erano tesi.

Le due ragazze, entrambe di origine rumena, adottate da famiglie marsalesi, si erano conosciute attraverso i social ma negli ultimi tempi avevano incompatibilità caratteriali. Nicoletta, calma e pacata; Margareta, “ammaliatrice di uomini“, dicono. Una donna che vuole essere sempre al centro dell’attenzione, gelosa di Nicoletta. Si ipotizza anche che la vittima possa avere rifiutato qualche proposta indecente da parte dell’amica – un rapporto sessuale a tre – e che a quel punto avrebbe conosciuto fatti scomodi e che avrebbe potuto rivelare mettendo in pericolo l’amica.

Il corpo di Nicoletta è stato trovato sotto terra, sepolto nelle campagne di Marsala, in contrada Sant’Onofrio, carbonizzato. Sul luogo sono state ritrovate diverse pozze di sangue. Dagli esami sui pochi resti, è emerso che Nicoletta è stata dapprima picchiata con un bastone e presa a calci, tanto da avere il volto ancora tumefatto, come riportato dall’Ansa. Poi, sei profonde ferite causate da coltellate. Secondo il medico legale, quando i due hanno cercato di darle fuoco, Nicoletta sarebbe stata ancora viva anche se oramai agonizzante.

I genitori, in grande apprensione per la scomparsa della figlia, avevano da subito denunciato l’assenza della ragazza e non avevano mai creduto alle ipotesi iniziali di un allontanamento volontario. I loro timori sono stati confermati. Durante le ore prima del ritrovamento, Damiano Indelicato e Anna Rita Angileri, i genitori adottivi della ragazza, avevano lanciato ancora una volta un appello affinché si facessero tutti gli sforzi necessari per ritrovare la figlia. I due hanno spiegato che Nicoletta era uscita all’improvviso a mezzanotte e un quarto di domenica, ma poi non era più tornata a casa e non aveva risposto al cellulare.

A diffondere la notizia della scomparsa, fornendo anche una foto della giovane donna, era stato anche il sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo, che in una nota spiegava: “La giovane, nella notte fra sabato e domenica, dopo essere uscita con un’amica, non ha fatto più rientro nella sua abitazione”. Al momento tutta la comunità di Marsala si dice incredula per quanto avvenuto.

Fonti: Ansa, Il Corriere della Sera

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]