Home Politica Opinioni Antirazzismo e femminismo: Boldrini e Fabio Fazio uniti contro Salvini

Antirazzismo e femminismo: Boldrini e Fabio Fazio uniti contro Salvini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:31
CONDIVIDI

Laura Boldrini, ospite da Fabio Fazio, ha detta la sua su Greta Thunberg, l’attivista svedese paladina della sinistra; ha attaccato il Governo per il patrocinio al Congresso sulle famiglie di Verona; e ha ribadito la sua ferma opposizione alla riapertura delle case chiuse.

Boldrini ospite da Fabio Fazio

Mai parole sono sembrate più giuste di quelle che il Vicepremier Matteo Salvini ha speso nei confronti di Fabio Fazio, il volto Rai al timone di “Che Tempo che fa”, ormai da anni e sembra ancora per poco, visto che il suo abbandono si vocifera da un po’. Dal palco di un comizio preelettorale a Lauria, il Vicepremier ha attaccato il conduttore, che sarebbe pagato milioni di euro soltanto per attaccare la Lega e per invitare ospiti politicamente schierati a sinistra.

Se domenica 10 marzo era stato il turno del nuovo Segretario PD Nicola Zingaretti – meglio conosciuto, dicono, come il fratello di Montalbano e non per altro – l’ultima puntata della trasmissione condotta da Fabio Fazio ha visto ospite l’ex Presidente della Camera Laura Boldrini, che ha attaccato il disegno di legge presentato dal Senatore Simone Pillon sull’affido condiviso. Manca poco , ormai, al Congresso mondiale delle famiglie che si terrà a Verona tra qualche giorno, e se ieri le parole della Senatrice Emma Bonino hanno dato sostegno alle famiglie gay, trans, bisessuali e transessuali – i cosidetti Lgbt – sostenendo i diritti civili e l’aborto, quelle della Boldrini hanno tenuto la linea.

Una legge che toglie l’assegno di mantenimento quando in Italia il 49% delle donne non lavora, che tratta i figli come pacchi postali da spostare da un genitore all’altro, che si basa su teorie antiscientifiche e che utilizza la mediazione in maniera scorretta”, ha detto la Boldrini sulla legge proposta da Pillon, ipotizzando poi un conflitto di interessi visto che il Senatore è un mediatore. Poi, nonostante Fabio Fazio abbia provato a fermarla, ha criticato la posizione del Governo in merito: “Queste persone dicono che l’omosessualità è un male e che le donne devono stare in casa e non devono lavorare. Inaccettabile che il Governo dia il proprio patrocinio a un’iniziativa del genere”. Eppure, qualche tempo fa, parlando di migranti, Laura Boldrini aveva ribadito con forza il suo essere cattolica con una lunga formazione religiosa, tanto che fu indicata nel 2010 da Famiglia Cristiana come “Italiana dell’anno“.

Poi, ha anche detto la sua sul tema della riapertura delle case chiuse: “Addirittura c’è chi vuole la riapertura delle case chiuse: non mi pare che sia stata accantonata, c’è qualcuno che la rilancia per far pagare le tasse a queste donne. Le tasse le facciano pagare agli uomini che vanno con queste donne che spesso sono minorenni, mentre invece le donne non scelgono quasi mai di fare questo”. Una chiara risposta alla proposta della riapertura delle case chiuse sulla quale più volte Matteo Salvini si è espresso positivamente, per regolamentare il fenomeno prostituzione e ridurre criminalità, su modello austriaco. Contro Salvini l’ex Presidente della Camera ha continuato, in riferimento alla linea politica in tema migranti: “Nessuno nasce per odiare, ma c’è chi ci propina l’odio e vuole farci stare male tutti. Bisogna vedere l’umanità nelle persone. C’è una volontà di supremazia nei confronti di chi è diverso. L’Italia firmò le leggi razziali 80 anni fa. I ragazzi non credono più a nulla”.

La Boldrini ha poi parlato di Greta Thunberg, l’attivista svedese diventata paladina e sostenitrice di un mondo pulito e sano, oltre che della Sinistra. La sua utopia, criticata da molti e sostenuta da altri, ha trovato appoggio nelle parole della deputata, che ne ha sostenuto l’ottimismo e la pretesa di vedere il mondo in un modo diverso. “Dobbiamo credere che i cambiamenti si possono fare e l’ambiente è uno dei settori cardine per il cambiamento. Penso che Greta abbia messo in moto una macchia che non si ferma più: adesso sono gli adulti, la politica deve recepire questo messaggio”, ha detto la Boldrini.

Ancora una volta da Fazio trionfa una tv manipolata e inclinata. I risultati confermano la media di stagione, piuttosto fallimentare. Il talk show della domenica sera di Fabio Fazio ha ottenuto uno share del poco più del 13%, tenendo incollati davanti al televisore 3.520.000 spettatori. Insomma, da Boldrini, a Bisio, a Don Ciotti: come fanno notare, da Fazio va in onda il tutti contro Salvini.

Fonte: Che tempo che fa

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]